Vigodarzere, terremoto: controlli dell’agibilità nelle scuole

Adottato un rigido protocollo di sicurezza unitario e coordinato all’interno delle strutture infantili del paese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Sicurezza per tutti gli alunni, compresi quelli delle materne paritarie. All’indomani dei momenti di paura, generati dalle manifestazioni sismiche, il sindaco, Francesco Vezzaro, ha disposto stamattina una seconda più accurata ispezione in tutti i siti “vulnerabili” del Comune e ha promosso in via d’urgenza un vertice fra i responsabili delle scuole materne paritarie e la Protezione civile, per l’adozione di un protocollo di sicurezza unitario e coordinato all’interno delle strutture infantili.

«E’ necessario – ha detto – che nell’interesse dei nostri cittadini più indifesi vengano adottate misure coordinate, senza improvvisazioni o azioni dettate dall’emozione. In caso di prossimi movimenti sismici quindi i bambini saranno condotti tutti in cortile. Spetterà ai loro responsabili attivare immediatamente i controlli della Protezione civile e dei tecnici comunali, prima di disporne il rientro». Il protocollo è già stato recepito, con l’augurio ovviamente di non doverlo mai mettere in pratica.

Altrettanto accurata l’ispezione nelle sedi scolastiche. Non destano preoccupazioni di sorta alcune piccole crepe che sono state riscontrate negli edifici. Per verificarne l’effettiva consistenza sono stati inseriti dei “vetrini”, ossia dei rilevatori di movimenti strutturali. Il Responsabile dell’Ufficio Tecnico Igor Callegari ha anche reso noto il capillare esame in ogni struttura compiuto assieme a un ingegnere specializzato. «Dovesse verificarsi – ha detto – una sola situazione di anomalia all’interno degli edifici, non esiterò a dichiararne l’inagibilità».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento