menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Rodella

Villa Rodella

Villa Rodella: sopralluogo prima di mettere all'asta l'ex dimora di Giancarlo Galan

Giovedì mattina, la Guardia di Finanza di Rovigo e di Venezia, i funzionari del Demanio e i legali di Galan e della moglie Sandra hanno effettuato un sopralluogo per appurare l'avvenuto ripristino dei luoghi, dopo la vicenda dei termosifoni e dei sanitari rimossi

Ultimo atto, preliminare alla messa all'asta di villa Rodella, la lussuosa abitazione di Cinto Euganeo che è stata storica dimora dell'ex governatore del Veneto Giancarlo Galan: giovedì mattina, la Guardia di Finanza del comando di Rovigo e del Gico di Venezia, i funzionari del Demanio e i legali di Galan e della moglie Sandra hanno effettuato un sopralluogo per appurare l'avvenuto ripristino dei luoghi, dopo la vicenda dei termosifoni e dei sanitari rimossi durante il trasloco dei coniugi Galan. I danni sono stati riparati e tutto è tornato al proprio posto.

SOPRALLUOGO A VILLA RODELLA. Marito e moglie lo scorso ottobre hanno dovuto abbandonare la villa sui colli euganei, confiscata a Galan a seguito del patteggiamento (2 anni e 10 mesi) nell'ambito della vicenda Mose, per consentire allo Stato di recuperare i 2,6 milioni di euro che l'ex governatore doveva restituire. Ebbene, a trasloco ultimato, i periti del Demanio e i finanzieri trovarono l'abitazione completamente svuotata, anche troppo: persino i termosifoni e i sanitari erano stati rimossi. Tant'è che la procura di Rovigo aveva aperto un fascicolo per daneggiamenti, fascicolo che sarà chiuso se gli accertamenti andranno a buon fine. 

L'IPOTECA. Se il Demanio darà l'ok definitivo, villa Rodella potrà essere messa all'asta. Rimane aperta, tuttavia, la questione dell'ipoteca sulla villa a garanzia di un finanziamento, in gran parte non ancora saldato, pari a circa un milione e 800mila euro: va chiarito se quei soldi spettino allo Stato o a Veneto Banca. Il primo giudice ha stabilito che, ad avere diritto di prelazione sul denaro è lo Stato. Al contrario, il secondo ha sostenuto Veneto Banca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento