Villafranca Padovana: novità per il servizio rifiuti

Dal primo dicembre bidoni con il microchip per il secco e carrellati per il vetro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

L’introduzione del bidone del secco con microchip, la distribuzione del nuovo bidone per il vetro e la temporanea chiusura del centro di raccolta. Sono queste le novità relative al servizio rifiuti per gli utenti di Villafranca Padovana, novità che saranno illustrate nel corso di quattro serate previste nel mese di novembre.

«Si tratta di un’iniziativa importante che va nella direzione di diminuire la frazione del secco non riciclabile – ha spiegato il sindaco Luciano Salvò - ma anche di garantire comodità agli utenti e maggiore sicurezza agli operatori. I dati ci dicono che siamo un Comune dove l’attenzione per la differenziata è molto alta. Nel 2011 abbiamo riciclato il 71,5% dei rifiuti prodotti. Un risultato eccellente, e addirittura in crescita rispetto al 2010, quando la percentuale era del 70,7%. Ma possiamo fare di più. Ecco dunque che, in collaborazione con Etra, proponiamo il bidone con il microchip, una tecnologia che permette di contare i conferimenti del secco. In questo modo è possibile realizzare una tariffa sempre più commisurata alla quantità di rifiuto effettivamente prodotta, in linea con quanto previsto dalla normativa in vigore e stimolare i cittadini a differenziare e a produrre sempre meno rifiuto non riciclabile».

La parte variabile della nuova tariffa rifiuti per le famiglie sarà calcolata non solo in base al numero dei componenti del nucleo familiare e alla superficie dell’abitazione, come fatto finora, ma anche tenendo conto del numero di svuotamenti del contenitore registrate dal microchip. Nella tariffa base sarà compreso un determinato numero di svuotamenti annui, rapportato al numero dei componenti. Per ogni svuotamento aggiuntivo verranno addebitati euro 3,00.

L’uso del bidone sarà obbligatorio dal 1 dicembre ed il nuovo calcolo della tariffa entrerà in vigore dal 1 marzo 2013.

«Il nuovo bidone va esposto solo quando è pieno, in modo da ottimizzare il numero di svuotamenti - spiega il presidente del Consiglio di gestione di Etra, Stefano Svegliado - Differenziando al massimo e in modo corretto, il contenitore si riempirà più lentamente e potrà essere esposto per lo svuotamento solo una volta ogni tanto. In questo modo sarà possibile ridurre il rifiuto secco non riciclabile, che è il rifiuto con i maggiori costi di smaltimento. Questo potrà garantire il contenimento dei costi e la diminuzione dello spreco di energia e di materie prime».

La raccolta del secco verrà effettuata ogni 2 settimane e il territorio sarà suddiviso nelle due zone A e B già previste per la raccolta del vetro. Il calendario con le date di raccolta sarà consegnato insieme al bidone. Per le utenze con esigenze particolari (anziani, disabili, bambini fino a tre anni), il servizio di raccolta si manterrà settimanale.

I bidoni saranno distribuiti dal 14 al 30 novembre in diversi Etrapoint, secondo un calendario che è stato inviato alle utenze insieme a tutte le informazioni. Per ritirare i bidoni è necessario portare con sé il modulo riportato nella lettera, debitamente compilato.

Negli stessi punti di distribuzione sarà possibile ritirare i nuovi bidoni carrellati per il vetro da 120 litri, da utilizzare dal 1 dicembre, che rendono più agevoli le manovre per gli addetti alla raccolta, in conformità ai requisiti normativi sulla sicurezza e possono essere spostati più facilmente dall’utente.

Le serate informative, con inizio alle 20.30 si svolgeranno: martedì 13 novembre nella Sala polivalente del Capoluogo; giovedì 15 novembre nella Scuola elementare di Ronchi; martedì 20 novembre nella Sala polivalente parrocchiale a Taggì di Sopra; venerdì 23 novembre nel Patronato ex chiesa a Taggì di Sotto.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento