Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Villafranca Padovana

Omicidio di Villafranca: Michael Boschetto è morto dissanguato

E' questo l'esito dell'autopsia effettuata ieri 3 maggio dal medico legale Rossella Snenghi su disposizione del pubblico ministero Benedetto Roberti. Il giorno del delitto, la vittima ha provato a difendersi in tutte le maniere, ma un fendente al fianco non gli ha dato scampo

L'autopsia sul corpo di Michael Boschetto ha chiuso il cerchio attorno all'omicidio avvenuto in via Gomiero a Villafranca Padovana. La vittima, secondo l'esame autoptico eseguito dal medico legale Rossella Snenghi, su disposizione del pubblico ministero Benedetto Roberti, è morta dissanguata. Il fendente mortale sferrato con una doppia lama da 32 centimetri, l'ha attinto al fianco perforandogli un polmone e provocandogli lesioni devastanti che di fatto non gli hanno dato scampo. Boschetto, prima di cadere sotto i colpi del rivale, Giacomo Friso, ha tentato di difendersi in tutte le maniere. La conferma arriva dalle ferite d'arma da taglio riscontrate sugli arti superiori. L'orario della morte è stato cristallizzato attorno alle 6,40 del mattino, un'ora dopo il colpo inferto al fianco. A trovare il corpo ormai senza vita del giovane è stata la sua ragazza quando è rientrata dal turno di lavoro in un locale di Abano. Ormai per il fidanzato non c'era più nulla da fare nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del Suem 118.

Una convivenza ad alta tensione

Tra Michael Boschetto e Giacomo Friso gli screzi andavano avanti sin dalla tenera età e con il passare degli anni sono diventati sempre più violenti. Il movente, secondo gli investigatori dell'Arma, è da ricondursi al mondo della droga. Mentre Michael Boschetto dopo un passato burrascoso, è riuscito a dare una svolta alla propria vita, Friso lottava ancora nel fango della dipendenza. Prova ne sia che qualche giorno prima dell'omicidio è fuggito da una comunità di recupero in provincia di Vicenza e ha ripreso a fare quello che ha sempre contraddistinto la sua esistenza: ubriacarsi e drogarsi. La sera che ha preceduto l'omicidio, per sua stessa ammissione in sede di interrogatorio ha sniffato cocaina e ha bevuto parecchio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Villafranca: Michael Boschetto è morto dissanguato
PadovaOggi è in caricamento