Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Villanova di Camposampiero

Una folla in lacrime in chiesa per l'ultimo saluto al giovane calciatore

Nella parrocchia di Murelle di Villanova di Camposampiero si sono celebrati i funerali di Emanuele Piccolo, il diciottenne che il 19 novembre dopo essere uscito di casa in moto è rimasto vittima di un incidente stradale

Oggi, 30 novembre, si sono celebrati i funerali di Emanuele Piccolo, il diciottenne di Villanova di Camposampiero che il 19 novembre scorso è rimasto vittima di un incidente stradale mentre in sella alla sua Kawasaki si stava recando al campo per una partita di calcio del campionato juniores con la maglia dell'Us Torre.

Gli amici

Il feretro del diciottenne, studente in un istituto superiore di Mirano nel veneziano, è stato "scortato" dall'obitorio alla chiesa e successivamente al cimitero, da un gruppo di amici che in moto hanno voluto rendergli onore in un pomeriggio di metà autunno che nessuno avrebbe mai voluto vivere. Sulla bara è stato posizionato il casco della sua adorata moto e la maglietta della squadra di calcio nella quale militava con eccellenti risultati.

Il ricordo

Al termine dell'omelia più amici sono saliti sull'altare per spendere poche parole su Emanuele, un ragazzo che è cresciuto in fretta dopo aver perso in tenera età la madre. Un giovane che a dispetto dei suoi diciotto anni, era maturo, amava il padre, credeva nella famiglia e negli ambienti scolastici e sportivi era per tutti un punto di riferimento per la sua bontà, la sua intelligenza e la sua capacità di saper ascoltare.

La società sportiva

Alle esequie hanno preso parte tutti i suoi compagni di squadra dell'Us Torre, accompagnati dal presidente, l'allenatore e il direttore sportivo. Tanti occhi lucidi nel gruppo, che cercava di farsi forza, ma che di fronte a quella bara non è stato in grado di trattenere le lacrime. La morte di Emanuele, per voce dei residenti del sodalizio sportivo, ha lasciato ferite indelebili sul lato umano che difficilmente potranno essere risanate. Resta il bisogno e la necessità di andare avanti, anche in onore di Emanuele, provando a far tesoro dei suoi sorrisi e dei suoi insegnamenti e tentare ogni giorni di essere persone migliori.

L'incidente

Il 19 novembre alle 13,30 Emanuele è uscito di casa, ha dato un bacio al papà ed è salito sulla sua Kawasaki. Ha fatto in tempo a percorrere circa 300 metri, poi giunto in via Cornara all'altezza di una semicurva ha perso aderenza finendo sull'asfalto. Il personale medico, giunto a Villanova anche con l'elisoccorso, ha provato a rianimarlo per interminabili minuti, poi non ha potuto far altro che constatare l'avvenuto decesso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una folla in lacrime in chiesa per l'ultimo saluto al giovane calciatore
PadovaOggi è in caricamento