menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scorcio di Prato della Valle

Uno scorcio di Prato della Valle

Notte di violenza in centro: due liti finiscono a bottigliate e coltellate

Protagonisti di due slegate vicende in piazza De Gasperi e Prato della Valle un 27enne italiano, al quale un tunisino ha rifilato una bottigliata in testa, e un 31enne di origine nordafricana ferito con un coltello

Continua l’escalation di violenze concentrate attorno all’area del centro storico e nei pressi della stazione di Padova. A farne le spese, ieri notte, sono stati altri due cittadini di diversa nazionalità: prima è toccato a un italiano colpito in testa da una bottigliata davanti a piazza Alcide De Gasperi e poi a un tunisino ferito in Prato della Valle.

Due episodi sganciati, segno però dell’alta tensione che intercorre fra stranieri e italiani e le stesse minoranze immigrate. Non sempre però si comprendono subito motivi dei litigi o moventi di eventuali reati.

CAPOGIRO DA BOTTIGLIATA. È il caso ad esempio del 27enne italiano, a cui alle 22.50 un tunisino ha rifilato un colpo di bottiglia in testa in piazza De Gasperi (zona stazione). Dopo aver richiesto l’intervento del personale medico e paramedico del 118, l’uomo ha detto alle forze dell’ordine che si è trattato soltanto di un’aggressione causata da “futili motivi”.

FERITO CON COLTELLO. La spirale di violenza si è poi spostata nella centralissima Isola Memmia, dove alle 23.25 un 31enne nordafricano ha riportato lesioni da coltello a coscia e gluteo. Soccorso anche lui dal 118, lo hanno giudicato guaribile in circa dieci giorni. Ignoto l’aggressore così come la ragione dell’attentato.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento