menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusata e maltrattata dal marito Antonella riparte con "Casa Viola"

La storia di una donna che, con il figlio adolescente, ha trovato la forza di ricominciare, grazie al supporto di Gruppo Polis che le ha messo a disposizione un appartamento e gli strumenti per tornare indipendente

Quando arriva all’ospedale, Antonella è in fin di vita. Ha preso molte pillole, troppe, e ha perso completamente i sensi. Il suo gesto è una chiamata d’aiuto, un segnale lanciato per urlare la sua sofferenza e attirare l’attenzione di qualcuno sul dramma che ogni giorno si consuma tra le mura della sua casa. Dall’ospedale, infatti, emerge una storia di abusi e violenze fisiche, psicologiche, sessuali ed economiche fatte dal marito nei suoi confronti e a cui assiste anche il figlio adolescente, che spesso cerca di proteggere la mamma. Antonella decide che è arrivato il momento di salvare se stessa e il proprio figlio da quella situazione: viene inizialmente ospitata in una struttura, poi, nel giugno del 2014, arriva a Casa Viola.

DONNE VITTIME DI VIOLENZA. Casa Viola è un appartamento ad indirizzo segreto che deve il suo nome a Franca Viola, la prima donna in Italia a rifiutare il matrimonio riparatore. Il servizio è realizzato e gestito da Gruppo Polis, di Padova, per ospitare le donne vittime di violenza. Le accoglie, le sostiene e le accompagna in un percorso di reinserimento sociale e lavorativo per permettere loro di avviarsi verso una nuova vita, autonoma e indipendente. Nella sola provincia di Padova sono 111mila le donne tra i 16 e 70 anni – circa il 34% - che dichiarano di essere state vittime di una violenza fisica, sessuale o psicologica nel corso della loro vita, e solo il 5% di loro denuncia i persecutori.

GRUPPO POLIS: Il centro diurno "La Bussola"

SOSTEGNO PER RICOMINCIARE. Quando Antonella arriva è spaventata e insicura, i sensi di colpa la schiacciano e non ha energie nemmeno per suo figlio, che nel frattempo viene accolto da una comunità per minori. Il suo obiettivo principale è rialzarsi, trovare la voglia di vivere e raggiungere l’indipendenza economica per poter ricostruire una vita serena con il figlio. Inizia così un'intensa ricerca del lavoro: Antonella, con il supporto delle operatrici, riesce a trovare due occupazioni part-time che le permettono di riacquistare il sorriso e le energie: ora finalmente è pronta per ricongiungersi con suo figlio, che diventa ospite di Casa Viola insieme alla mamma. Nei mesi si susseguono anche le udienze per i processi in corso. È un periodo di cadute emotive ed è necessario un supporto psicologico continuo, ma Antonella continua a lavorare sodo e inizia a mettere da parte qualche risparmio. Dopo 10 mesi, da quel giugno del 2014 Antonella e il figlio sono un nucleo forte, indipendente, autonomo, pronto per ricominciare una vita libera, nel segno dell’amore e del rispetto.

LA KERMESSE: "Stay Human", tutti gli eventi in programma

CONCERTO MARIO BIONDI. Casa Viola si sostiene anche grazie agli eventi di raccolta fondi che Gruppo Polis realizza ogni anno per finanziare i propri servizi. Uno di questi è l’attesissimo concerto di Mario Biondi sabato 10 luglio a Este, nello scenario dell’Anfiteatro del Castello Maggiore di Este, all’interno della rassegna Stay Human. La voce più calda e profonda del soul Italiano si esibirà per le donne vittime di violenza e al suo fianco è attesa anche la presenza di Chiara Gallana - in arte Aba, che duetterà con Biondi riproponendo “Close To You”, il brano che li ha visti insieme alla finale di X-Factor nel 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento