menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contro la violenza sulle donne, Comune partecipa a finanziamenti del Ministero

"L'Amministrazione deve essere protagonista nell'azione di contrasto a tutte le forme di violenza", spiega l'assessore al sociale, politiche di genere e pari opportunità Nalin

Il Comune di Padova concorre all' “Avviso Pubblico per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donneemanato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.   

LINEE D'AZIONE. L'obiettivo del Dipartimento è promuovere la realizzazione di interventi innovativi anche in attuazione anche della Convenzione di Istanbul (convenzione del Consiglio d’Europa contro la violenza sulle donne e la violenza domestica, approvata il 7 aprile 2011) ed ha strutturato l'Avviso in sei linee d'azione che dispongono complessivamente di 10 milioni di euro di finanziamento.

DUE PROGETTI. L'Amministrazione sta predisponendo i progetti da presentare entro il prossimo 30 settembre per concorrere ai finanziamenti.  La prima è la “linea A” che riguarda progetti finalizzati a migliorare le modalità di inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza, la seconda è la “linea D” destinata a progetti volti a migliorare le capacità di presa in carico delle donne migranti, anche di seconda generazione, e con attenzione alla donne rifugiate vittime di violenze e di pratiche lesive siano esse fisiche, come le mutilazioni genitali o psicologiche, come i matrimoni forzati o precoci.  Ogni progetto è elegibile per un contributo massimo, che è di 350 mila euro per la “linea A” e 100  mila euro per la “linea D”.

ASSOCIAZIONI. Una volta ottenuto il finanziamento, i progetti saranno poi realizzati in collaborazione con le associazioni che sul territorio da anni si occupano di contrasto alla violenza di genere, purtroppo ancora troppo diffusa anche nella nostra comunità. "Non potevamo assolutamente lasciarci sfuggire una opportunità così importante di dare impulso, come Amministrazione, ad attività che prevengono e contrastano la violenza contro le donne - commenta l'assessore al sociale, alle politiche di genere e alle pari opportunità, Marta Nalin - anche perché queste situazioni sono purtroppo piuttosto diffuse anche nel nostro territorio".

CONTRASTO ALLA VIOLENZA."L'anno scorso nel solo Comune di Padova sono state oltre 300 le donne che hanno chiesto aiuto e sono state seguite e sostenute, ma molte altre non trovano la forza di denunciare e di ribellarsi a situazioni di violenza, fisica, ma anche psicologica  che spesso avviene tra le mura domestiche. - continua Nalin - Trovo  molto importanti le linee guida dei progetti che abbiamo scelto di presentare: il primo ci permette di favorire l'inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza per renderle autonome economicamente e protagoniste di un recupero individuale anche sotto il profilo psicologico; il secondo guarda a quel mondo femminile che pure vivendo tra noi è ancora prigioniero di violenze, ma anche di pregiudizi socio-culturali radicatissimi nei paesi di provenienza. Dobbiamo aiutare a far uscire le donne da queste “gabbie” che limitano in modo inaccettabile la loro libertà. L'Amministrazione deve essere protagonista nell'azione di contrasto a tutte le forme di violenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento