menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violentò una gallina: anche gli animalisti si costituiscono parte civile al processo

L'udienza il prossimo 8 novembre. Sul banco degli imputati un settantenne, accusato, oltre che di maltrattamento di animali, anche di violenza sessuale su minore e stalking

Entrerà nel vivo il prossimo 8 novembre, il processo che vede imputato un settantenne ex imprenditore in pensione di Legnaro, accusato di violenza sessuale su un bambino di 8 anni, stalking nei confronti di due donne e - ipotesi di reato che più fece scalpore all'epoca dei fatti - maltrattamento di animali, per essere entrato nel pollaio di una dirimpettaia e avere stuprato una gallina.

ANIMALISTI PARTE CIVILE. Proprio per quest'ultimo clamoroso episodio - come riportano i quotidiani locali - intendono costitursi parte civile anche gli animalisti dell’Oipa (Associazione italiana protezione animali). 

I FATTI CONTESTATI. Oltre ad essersela presa con una delle galline della vicina di casa, venendo colto in flagrante dalla donna proprio mentre sfogava sull'animale le proprie pulsioni sessuali, l'uomo avrebbe anche abusato di un bimbo di 8 anni: gli avrebbe chiesto un "bacino" per poi baciarlo all'angolo della bocca, leccandolo con la lingua. I suoi atteggiamenti molesti non avrebbero risparmiato neppure due donne sue vicine di casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento