menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusò di una 12enne in casa sua ad una festa di Capodanno: condannato a 26 mesi

I fatti risalgono alla notte tra il 31 dicembre 2014 e il primo gennaio 2015. Il giovane, all'epoca neo-maggiorenne, allungò le mani sulla sorellina della proprietaria di casa

 Abusò della sorellina 12enne della ragazza che lo aveva invitato a casa sua per una festa a Capodanno. Un giovane padovano, finito a processo per per violenza sessuale aggravata ai danni di una minorenne e per lesioni, è stato condannato - come riportano i quotidiani locali - a due anni e due mesi di reclusione (pena sospesa). Dovrà inoltre risarcire di 10mila euro la vittima e sostenere le spese legali della famiglia della ragazzina.

GLI ABUSI. I fatti risalgono alla notte fra il 31 dicembre 2014 e il primo gennaio 2015. La sorella maggiore della vittima, 16 anni, aveva invitato alcuni amici a casa, in un comune del Padovano, per trascorrere insieme la festa di San Silvestro. Tra questi, c'era il ragazzo condannato, all'epoca neo maggiorenne. I genitori erano stati invitati ad una festa fuori casa. Quando ormai era l'alba, mentre la comitiva si era assopita qua e là, in preda ai fumi dell'alcol, il neo maggiorenne aveva raggiunto in due distinte occasioni la figlia 12enne dei padroni di casa. In entrambi gli episodi, la ragazzina avrebbe respinto a fatica quel giovane più grande, che le avrebbe messo le mani nelle parti intime. Dopo essersi confidata con la madre, a seguito del consulto dal medico di base, era partita la denuncia ai carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento