menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costretta a straordinari e a ripetute violenze sessuali: datore di lavoro a processo

La vittima è una donna dell'Est, assunta da un 51enne di Campodoro come commessa nel suo supermercato e come colf in casa propria. L'uomo è stato rinviato a giudizio

L'aveva assunta come commessa nel suo supermercato a Camisano Vicentino (Vicenza), prendendola inoltre in casa propria, a Campodoro, con le mansioni di colf. Oltre a costringere la dipendente, una donna dell'Est Europa, ad ore ed ore di straordinari in negozio, l'avrebbe sottoposta a ripetute violenze sessuali, abusi di ogni genere, anche con 38 di febbre, con tanto di videoriprese degli stupri. Vessazioni cui la donna si sarebbe ad un certo punto ribellata, allontanandosi dall'abitazione del suo datore di lavoro, che avrebbe quindi iniziato a perseguitarla e minacciarla, vantando anche conoscenze importanti con cui avrebbe potuto rovinarla.

A PROCESSO. Come riportano i quotidiani locali, l'uomo, 51 anni, è stato rinviato a giudizio: in tribunale dovrà rispondere di violenza sessuale, violenza privata, maltrattamenti e stalking. Le indagini, condotte dai carabinieri della compagnia di Padova e coordinate dal pubblico ministero Giorgio Falcone, avevano portato ad individuare un'altra vittima, sempre dell'Est: la donna avrebbe subìto lo stesso trattamento da parte del 51enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento