menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cerimonia del Virgo Fidelis al Santo

La cerimonia del Virgo Fidelis al Santo

La basilica del Santo celebra la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei carabinieri

Davanti ai generali Visone e La Gala, alle autorità militari e civili e ai carabinieri, l'arcivescovo Dal Cin ha celebrato l'annuale ricorrenza ricordando la battaglia di Culqualber

Una cerimonia partecipata e commossa quella che anche quest'anno, come da tradizione, ha portato le massime autorità civili e militari al Santo, per celebrare la patrona dell'Arma.

La santa messa

La ricorrenza della Virgo Fidelis, protettrice dei carabinieri, si è svolta alle 11 di oggi nella suggestiva cornice della basilica del Santo, che da anni ospita la celebrazione a cui quest'anno si è unito anche il ricordo della Giornata dell'orfano. A officiare la santa messa è stato l'arcivescovo Fabio Dal Cin, delegato pontificio della basilica, davanti ai massimi esponenti dell'Arma e dell'autorità civile regionale. Tra i molti fedeli, nelle prime file c'erano il generale Aldo Visone, comandante interregionale dei carabinieri Vittorio Veneto, e il generale Giuseppe La Gala, comandante della legione carabinieri Veneto. Insieme a loro una folta rappresentanza di ufficiali, brigadieri, marescialli, appuntati insieme a militari in servizio e in congedo, oltre a molti familiari dei carabinieri deceduti.

Il ricordo del sacrificio

Nel corso della cerimonia è stato ricordato anche il 77esimo anniversario della battaglia di Culqualber, il 21 novembre 1941 nell'Africa orientale dove il I battaglione carabinieri e zaptiè (i membri dell'arma reclutati tra le popolazioni indigene) si è immolato. In quell'occasione i militari dell'Arma si sono sacrificati per difendere un caposaldo rimanendo uccisi e guadagnando la seconda Medaglia d'oro al valor militare per l'Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento