menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esempio della schermata che compare dopo aver contratto il virus

L'esempio della schermata che compare dopo aver contratto il virus

Virus via email, presunte spedizioni da ditte note: poi scatta il ricatto

La frode di Cryptolocker segnalata dalla squadra Mobile: messaggi con la richiesta di pagamento di presunte spedizioni per convincere gli utenti ad aprire un link che cripta i file nel pc. Poi la richiesta del denaro

Già la polizia postale, a inizio dicembre, aveva lanciato l'appello a fare attenzione ad una variante del virus "Cryptolocker", un software malevolo che s'impossessa di tutti i documenti contenuti nel computer "attaccato" e di renderli immediatamente illegibili, tranne che ai realizzatori del "ricatto" informatico, i soli in grado di decriptare i file. L'allarme, questa volta, lo dà la squadra Mobile della polizia di Padova, dopo una serie di denunce arrivate da alcune vittime della "frode".

COME SI PRENDE IL VIRUS. L'inganno ordito tramite il virus Cryptolocker si realizza tramite e-mail fasulle in cui note ditte di spedizione chiedono un pagamento tramite fattura. Aprendo la mail in arrivo, però, il pc viene immediatamente bloccato. In seguito, si riceve una seconda mail per disattivare l'azione malevola del virus, sotto pagamento di 200 euro. I soldi inviati ai criminali finiscono su conti fittizi in Africa e in Asia.

L'APPELLO DELLA POLIZIA. La polizia invita a non aprire queste mail e, in caso di apertura, a digitare il sito "Come difendersi da Cryptolocker".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento