menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La targa commemorativa esposta in via Zabarella a Padova

La targa commemorativa esposta in via Zabarella a Padova

Vittime terrorismo, figlia del padovano Giralucci conduce la cerimonia

Il presidente Napolitano ha affidato la conduzione della giornata di ieri di commemorazione al Quirinale a Silvia, figlia del primo caduto, assieme a Mazzola, delle Brigate Rosse nell'attentato del 1974 alla sede del Msi-Dn di via Zabarella

A condurre ieri la cerimonia di commemorazione al Quirinale, nella giornata nazionale del ricordo delle vittime del terrorismo, c'era la giornalista padovana Silvia Giralucci, figlia del primo caduto per mano delle Brigate Rosse Graziano Giralucci che morì assieme a Giuseppe Mazzola nell'attentato del 1974 nella sede dell'Msi di via Zabarella a Padova.

NAPOLITANO. Le prime parole nel messaggio del capo dello stato, Giorgio Napolitano, sono state appunto per lei: "una parola di apprezzamento, innanzitutto, per la sua disponibilità e bravura va alla conduttrice Silvia Giralucci, che è d'altronde con noi oggi a pieno titolo rievocando il giovane padre ucciso dalle Brigate Rosse, nella cupa Padova degli anni Settanta, "perché era di destra".

GASPARRI. "È un gesto importante che apprezzo molto e avendo avuto modo oggi di incontrare incidentalmente al Senato il presidente della Repubblica – ha riferito il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri - gli ho personalmente espresso la mia gratitudine per questa scelta. La ricomposizione della memoria nazionale passa anche attraverso il ricordo rispettoso di tutti i caduti per mano del terrorismo. E quella giornata padovana ha segnato un'escalation nella violenza criminale delle Brigate Rosse che molti di noi ricordano in maniera molto nitida".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento