Cronaca

La fede corre sui social: dopo Facebook e Twitter le omelie arrivano su WhatsApp

La diocesi di Padova ha aperto il servizio tramite il sito www.unattimodipace.it, inaugurato da papa Francesco in persona. Anche il vescovo Claudio Cipolla scriverà fino a Pasqua

Un modo moderno e veloce di parlare al cuore dei fedeli: si chiama "WhatsAppomelie" ed è il servizio inaugurato da papa Francesco in persona tramite il sito www.unattimodipace.it.


NUOVO FORMAT. Contenuti multimediali, riflessioni "per gli adulti che hanno tempi brevi di fruizione" spiega don Marco Sanavio, il coordinatore del progetto convinto che questo possa essere un nuovo formati importante di comunicazione pastorale. Già centinaia le persone raggiunte: la riflessione del vescovo Claudio per la prima domenica di Quaresima ha totalizzato oltre 10mila visualizzazioni complessive in sole 12 ore. Il messaggio con questo nuovo metodo si diffonde in modo capillare tra gli utenti del social, facendo arrivare così i pensieri di fede a quante più persone possibili. Il vescovo continuerà a contribuire fino a Pasqua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fede corre sui social: dopo Facebook e Twitter le omelie arrivano su WhatsApp

PadovaOggi è in caricamento