menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

Yara, test dna scagiona pedofilo padovano: non è lui l'assassino

Gli inquirenti ritenevano che potesse essere figlio illegittimo dell'autista di Gorno, ma nemmeno l'ultima pista ha portato all'individuazione del responsabile dell'omicidio della 13enne di Brembate

Nessuna svolta nelle indagini dell'omicidio di Yara Gambirasio. Continua a non avere un nome l'autore dell'omicidio della 13enne di Brembate di Sopra scomparsa nel novembre del 2010 e poi trovata morta ammazzata tre mesi dopo in un campo. Come anticipato dalla trasmissione televisiva in onda su Rete4 "Quarto Grado", l'esame del Dna ha dato esito negativo.

SCAGIONATO. Il 50enne pedofilo originario di Padova attualmente detenuto in Francia per reati di pedofilia non avrebbe nessuna correlazione con il delitto. Il test genetico avrebbe infatti escluso che quest'ultimo possa essere figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni, l'autista di bus di Gorno morto nel '99 e che, secondo i genetisti, sarebbe il padre di "Ignoto 1".

LE COINCIDENZE. I sospetti erano sorti da un'intervista pubblicata sul settimanale "Giallo" a una donna che denunciava le molestie via internet subite dalla figlia 12enne da parte del 50enne di Padova. Diverse le coincidenze che il periodico aveva messo in luce con il caso di Yara, come il fatto che nel periodo dell'assassinio il pedofilo sarebbe stato ossessionato dalle ragazzine della Bergamasca. E ancora l'interesse di questi per la ginnastica ritmica, di cui la 13enne era una giovane promessa. Inoltre, il padovano avrebbe riferito di essere stato lasciato in un orfanotrofio da piccolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento