Cronaca

Zaia: «76% dei ricoverati per Covid sono non vaccinati o vaccinati con una dose»

Per il presidente del Veneto, i vaccini funzionano ma i tempi non sono ancora maturi per un liberi tutti. «E la comunità scientifica ci dia indicazioni chiare sull'eventuale terza dose»

Sull'emergenza Covid-19 in Veneto, il presidente della Regione Luca Zaia ha tenuto questa mattina, 16 agosto, un nuovo aggiornamento dalla sede della protezione civile regionale di Marghera. Insieme a lui, l'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin.

Dati

Le prime informazioni comunicate dai cittadini, Zaia le ha ricavate dal bollettino delle 8 di questa mattina: «Nelle ultime 24 ore, sono risultati positivi 291 tamponi sui 10.714 test effettuati, quindi l'incidenza è del 2,72%. Oggi risultano positivi al coronavirus 13.416 veneti ed i ricoverati per Covid sono 221. In area non critica i ricoverati per Covid sono 186, mentre quelli in terapia intensiva sono 35. I ricoverati non Covid in terapia intensiva sono invece 356».

Cure domiciliari

E dopo aver letto i dati sui ricoveri, il presidente del Veneto ha voluto fare chiarezza sul fatto che l'aumento dei ricoveri non è legato ad una mancanza di cure domiciliari. «Io voglio ricordare che su circa 446mila veneti contagiati, più o meno sono 420mila quelli che sono stati curati a casa. Ed il protocollo delle cure domiciliari del Veneto consente a tutti i medici di utilizzare tutti i farmaci autorizzati da Ema e disponibili sul mercato. Quindi, qualsiasi medico davanti al suo paziente può decidere di iniziare subito la cura o di attendere uno o due giorni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «76% dei ricoverati per Covid sono non vaccinati o vaccinati con una dose»

PadovaOggi è in caricamento