Piatti tipici della cucina cittadina La ricetta della Gallina Padovana

La rubrica di cucina cittadina riprende con una pietanza che più tipica non si potrebbe, basata su di un alimento che più tipico non si potrebbe: la Gallina Padovana. Elegante e leggera, la Gallina Padovana è una razza antichissima, censita per la prima volta nel lontano 1300, ma già allora tradizionale; presidio slow food, la Gallina Padovana viene allevata solo ed esclusivamente a terra e da allevamenti mai più che familiari.



Ingredienti:

1 gallina padovana.

300 g. polpa di pomodoro.

1⁄2 bicchiere vino bianco secco.

1 gambo di sedano.

2 carote.

1 cipolla dorata.

1 scalogno.

1 ciuffo di prezzemolo.

1 dl olio.

Sale e pepe q.b.

Ricetta:

Tagliate a pezzi la gallina avendo cura di non spezzare le ossa.

Tritate finemente la cipolla.

Scaldate l’olio in tegame, possibilmente di terracotta, e rosolatevi il pollo con la cipolla.

Bagnate con il vino bianco, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per un quarto d’ora.

Nel frattempo tritate grossolanamente le carote, il sedano, il prezzemolo e lo scalogno.

Togliete dal tegame la gallina e una volta raffreddato a sufficienza eliminate tutte le ossa e cartilagini.

Appena avete tolto la gallina dal tegame versatevi il trito di verdure preparato e lasciatelo cuocere a fiamma bassissima.

Passate la carne e la pelle della gallina in un trita carne o tritateli molto finemente a mano.

Unite il macinato di gallina al soffritto di verdure, salate, pepate e aggiungete la polpa di pomodoro.

Coprite con un coperchio il tegame del sugo e continuate la cottura a fiamma bassa per almeno un’ora, mescolando spesso.

Questa salsa è ottima per condire gnocchi di patate, bigoli o fare pasticci, lasagne.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento