Quattro nazioni, e un vincitore: il miglior "ristorante emergente" è padovano

Best Gourmet, la guida enogastronomica di riferimento della macroregione europea dell’Alpe Adria che recensisce i migliori ristoranti del territorio esteso tra Italia, Austria, Slovenia e Croazia, premia con l’Award Best of Alpe Adria il progetto e la filosofia dedicati al “ritorno in campagna” del ristorante La Posa degli Agri di Polverara

La Posa degli Agri a Polverara

Best Gourmet, la guida enogastronomica di riferimento della macroregione europea dell’Alpe Adria che recensisce i migliori ristoranti, i migliori vini e prodotti d’autore del territorio esteso tra Italia, Austria, Slovenia e Croazia, premia con l’Award Best of Alpe Adria il progetto e la filosofia dedicati al “ritorno in campagna” del ristorante La Posa degli Agri di Polverara.

award la Posa degli Agri Ristorante Emergente-2

La Posa degli Agri

Dal 2019 infatti il relais ha iniziato un nuovo percorso votato a offrire e valorizzare quanto di meglio la campagna può dare, dai menù gourmet alle colazioni, dall’orto di proprietà all’allevamento delle gallina di razza (Gallina di Polverara), dall’allevamento avicolo ai frutteti. «Una ricchezza rara», afferma lo chef Andrea Alan Bozzato, da 3 anni alla guida della cucina, «una risorsa che vogliamo promuovere al meglio partendo proprio dalla visione della tavola contadina, tra sapori, colture e culture del nostro territorio veneto, inserito nel ricco contesto geografico della bassa campagna padovana tra la laguna di Venezia, la Riviera del Brenta e i Colli Euganei». Non solo ricerca, accostamenti tra la tradizione e la cucina moderna, ma anche grande attenzione e ricerca di piccoli produttori artigiani, allevatori, agricoltori, come ad esempio il riso De Tacchi di Grantortino di Gazzo, oppure le selezioni di carne Black Angus certificata della filiera QV (Qualità Veneta), le cozze di Pellestrina, i vini di aziende attente all’agricoltura sostenibile e naturalmente le verdure e gli ortaggi del proprio orto e la frutta del proprio frutteto.

Nicola Burlin e Antonino Oliveri

L’idea/visione nasce da Nicola Burlin e Antonino Oliveri, due imprenditori padovani con le idee chiare che hanno fondato questo relais di campagna dedicato all’ospitalità nel contesto della “Saccisica”, l’area a destinazione turismo slow dedicato alla natura, ai percorsi in bicicletta, alla lenta vita di campagna. Uno stile “puro”, lo definiscono Nicola e Antonino, che dichiarano: «Abbiamo bisogno di purezza, di un profondo ritorno alle origini ma anche di creare nuove oppurtunità turistiche internazionali, del resto, il contesto paesaggistico, storico, culturale ed enogastronomico è unico al mondo e ci permette di esprimerci al meglio. Il relax ed il gusto da noi sono assicurati. La struttura è dotata inoltre di piscina con bistrot estivo e 10 camere in stile country Veneto. A breve il nostro ristorante gourmet, inserito nel contesto della struttura della Posa degli Agri, prenderà la denominazione di “Skill” - “ristorante di campagna”: del resto, per lavorare in campagna, bisogna essere “abili”». Il premio internazionale Best of Alpe Adria lancia così La Posa degli Agri nell’olimpo delle migliori destinazioni internazionali italiane come primo relais di campagna in Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento