menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viticoltura: dalla Regione Veneto arrivano 7 milioni di euro per il settore enologico

L'assessore all'agricoltura: "Un sostegno concreto alle capacità innovative delle aziende che investono"

La Giunta regionale del Veneto ha deciso di aumentare di un milione di euro l’importo messo a bando nell’’anno 2017 per gli investimenti per la trasformazione dell’uva in vino previsti a favore delle imprese agricole e agroalimentari nell’ambito del Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo. Il fondo disponibile per il programma di sostegno al settore sale quindi quest’anno a 7.099.949 euro.

L'AIUTO. “L’aumento di 1.033.824 euro è stato possibile – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura - a seguito di economie di spesa verificatisi in altre Regioni. Il Ministero per le politiche agricole ha così potuto recuperare e riassegnare al Veneto una ulteriore dotazione finanziaria  che consentirà di ampliare il numero delle imprese che beneficeranno dell’aiuto pubblico”.

I FONDI. Il bando aperto quest’anno per i contributi alle imprese agricole e agroalimentari del settore vitivinicolo aveva raccolto richieste di finanziamento per 8.797.351mila euro, che solo in parte erano state accolte. La dotazione iniziale di fondi a disposizione del programma di sostegno ammontava  6.066.124, insufficienti per esaurire tutte le richieste istruite da Avepa. 

LA SFIDA. “Ora con l’integrazione del fondo – conclude il referente per le politiche agricole della Regione veneto – aumenta il plafond a disposizione della direzione agroalimentare per sostenere la competitività delle aziende venete. Ancora una volta il Veneto si dimostra regione virtuosa, perché riesce ad ottenere e riassegnare in tempi rapidi i fondi non utilizzati da altre regioni e a sostenere la propensione innovativa delle proprie aziende. Infatti, solo chi investe in nuove tecnologie, ammodernamento, qualità di produzione e marketing, potrà reggere la sfida sui mercati nazionali ed esteri, sempre più esigenti e affollati di nuovi competitors”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento