menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Busta paga

Busta paga

Più soldi in cambio di flessibilità Accordo su detassazione stipendi

Il patto siglato da Confindustria Padova e sindacati prevede l'aumento delle retribuzioni previe modifiche a flessibilità di orari, straordinari, lavoro in turni, notturno, festivo e domenicale

Stipendio più alto in cambio di quella che chiamano "flessibilità", ovvero la disponibilità a lavorare a chiamata e su turni (anche notturni), fare starordinari, e rinunciare ai giorni festivi e le domeniche. Il tutto per aumentare la produttività aziendale. È questo il nocciolo dell'accordo territoriale quadro siglato da Confindustria Padova, Cgil, Cisl, Uil provinciali, che permetterà alle imprese aderenti all'associazione degli industriali di detassare lo stipendio dei dipendenti, beneficiando dell'aliquota sostitutiva del 10% (al posto di quelle ordinarie del 23, 27 e 38%) per il salario riconducibile ad aumenti di produttività. Il duplice obiettivo è incrementare il reddito dei lavoratori e favorire la competitività aziendale.

ZAIA: "Questa è la strada giusta da seguire"

I DETTAGLI DELL'ACCORDO. L'intesa recepisce le linee guida sottoscritte a livello nazionale e a Padova interessa potenzialmente la maggior parte delle oltre 1.600 aziende associate a Confindustria, e 64mila addetti. Sono incluse anche le imprese che non hanno rappresentanza sindacale interna. Lo sconto fiscale va applicato entro il limite massimo di 2.500 euro lordi, per un tetto di reddito individuale da lavoro dipendente che non superi i 40mila euro l'anno, ed è valido anche per i lavoratori occupati in sedi o stabilimenti fuori provincia.

SODDISFATTE LE PARTI. "Con l'accordo di oggi - dichiara Massimo Pavin, presidente di Confindustria Padova - facilitiamo le imprese associate nell'applicazione della detassazione del salario di produttività. Un'esigenza reale in un momento di crisi e ripensamento dell'organizzazione aziendale, in cui dobbiamo puntare insieme sul recupero di produttività. È un risultato importante, ma per il futuro la riduzione del cuneo fiscale deve diventare certa e strutturale". Soddisfazione anche da parte dei sindacati. "La ratifica dell'accordo anche nella provincia di Padova è importante - dichiarano congiuntamente Christian Ferrari, segretario Cgil Padova, Sabrina Dorio, vice commissario Cisl Padova Rovigo, e Nello Cum, segretario Uil Padova - perché porta più salario netto ai lavoratori e favorisce, anche nelle piccole imprese prive di rappresentanza sindacale, la pratica della contrattazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento