menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Accordo

Accordo

Accordo "Intreccio": la rete d'impresa padovana protagonista a Tuttofood di Milano

I grissini della Crifill di Legnaro e la pasta fresca di Artusi a Casalserugo ottenuti da un grano antico e farina del territorio grazie all'accordo di filiera di Coldiretti Padova tra agricoltori e aziende artigiane

Prima Padova e Verona, adesso anche Milano. I grissini e la pasta fresca “made in Padova” nati dalla rete d’impresa “Intreccio”, un innovativo e originale accordo fra agricoltori e aziende artigiane, dopo il debutto in Fiera a Padova e al Vinitaly arrivano in questi giorni a TuttoFood, l’esposizione internazionale nel capoluogo lombardo dedicata al B2B fra operatori del settore.  

IL NOME. Dietro il nome "Intreccio" si cela un'operazione tutta padovana che mette insieme il grano Timilia riscoperto da Alberto Zambon, giovane agricoltore di Vighizzolo, il grissinificio artigianale Crifill dei Fratelli Benvegnù  a Legnaro, il Pastificio Artusi di Casalserugo, oltre ad altri produttori come i consorzi di tutela e le cantine dei vini Doc Merlara, Soave e Durello, il Birrificio Antoniano di Villafranca Padovana, il Consorzio Agrario del Nordest, l’olio extravergine d’oliva veneto. Da chi ha messo la materia prima a chi si è adoperato alla trasformazione, il tutto con il coordinamento di Coldiretti Padova che ha costruito l’inedita rete d’impresa. Da questa innovativa partnership fra agricoltori e aziende debutta sul mercato un prodotto originale che premia le tipicità e le potenzialità del territorio.

GRISSINI. E’ proprio grazie alla rete d’impresa che il grissinificio può contare sulla fornitura della materia prima, dalle farine all’olio extravergine d’oliva e al radicchio, fino alle diverse tipologie di vino veneto per la produzione più varietà di grissini. Su tutte quelle aromatizzate al vino, Marzemino di Merlara Doc, al Soave Doc e al Durello Doc con il radicchio. Grissini croccanti, leggeri e saporiti, stirati a mano e perciò uno diverso dall’altro, che nascono da una sapiente miscela di farine della nostra migliore agricoltura. Anche la pasta fresca del Pastificio Artusi, al suo debutto, beneficia dell’accordo di filiera “Intreccio” per la produzione di una linea dedicata, realizzata con la materia prima dell’agricoltura padovana, a partire delle farine del Consorzio Agrario del Nordest e da quelle ottenute dal grano “timilia” del giovane Zambon.

ACCORDO DI FILIERA. “Abbiamo creduto fin dall’inizio alle potenzialità di questo accordo di filiera unico nel suo genere – afferma Federico Miotto, presidente di Coldiretti Padova – che sta facendo da apripista e da volano per altre partnership fra giovani agricoltori e realtà produttive del territorio nel settore agroalimentare che permetteranno di far conoscere al grande pubblico la qualità dei nostri prodotti agricoli, il tutto con la massima garanzia della completa tracciabilità di filiera”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento