Economia

I 10 consigli di Acegas per non sprecare l'acqua

L'azienda presenta le buone abitudini per evitare gli sprechi e fare un po' di economia sulla bolletta

L’Italia è al primo posto in Europa per volume complessivo d’acqua prelevato per uso potabile. Ma l’acqua è un bene dal valore inestimabile ed è importante evitarne gli sprechi. AcegasApsAmga ricorda ai cittadini dieci consigli dedicati alla gestione responsabile della risorsa idrica, in vista di un aumento dei consumi di circa il 20% durante l’estate.

Comportamenti ecosostenibili

L’Italia ha un triste podio in Europa: è al secondo posto, dopo la Grecia, per il consumo di acqua pro-capite con ben 153 metri cubi annui a testa (Fonte: Istat 2018). E’ al primo posto in Europa, invece, per volume complessivo d’acqua prelevato per uso potabile, con 9,3 miliardi di metri cubi l’anno. In estate, inoltre, il consumo idrico aumenta di circa il 20%. L’acqua è una risorsa preziosa e finita (intesa come acqua potabilizzata e pronta per essere bevuta), dunque da usare con attenzione. Per ridurre il consumo idrico, ognuno di noi può dare un piccolo contributo: è sufficiente acquisire ogni giorno un comportamento ecologicamente responsabile. AcegasApsAmga presenta di seguito dieci buone abitudini per evitare gli sprechi d’acqua e fare un po' di economia sulla bolletta.

I consigli

- Usa un frangigetto sul rubinetto: si tratta di un dispositivo meccanico applicabile alla bocca di erogazione del proprio lavandino che favorisce un notevole risparmio. Una famiglia di tre persone può risparmiare circa 6.000 litri d'acqua in un anno.

- Chiudi il flusso d’acqua quando non necessario: spegnere l’acqua quando non serve, senza farla scorrere senza motivo (ad esempio quando ci si lava i denti), porta un risparmio di circa 2.500 litri di acqua per persona all'anno.

- Ripara il rubinetto che gocciola: permette di risparmiare in un anno circa 21.000 litri d'acqua e dormire sonni più tranquilli.

- Attenzione al water che perde: aggiustandolo si può evitare il lento ma costante fluire dell'acqua, con un risparmio di circa 52.000 litri d'acqua in un anno.

- Controlla la cassetta di scarico per evitare perdite e malfunzionamenti, magari sostituendola con sistemi per un consumo più razionale (a manovella, a rubinetto o diversificato) che liberano a scelta 6-12 litri d'acqua: ottieni un risparmio del 50%, circa 26.000 litri d'acqua in un anno.

- Preferisci la doccia al bagno. Per una doccia si utilizzano circa 20 litri d'acqua, mentre per un bagno ne occorrono circa 150 litri.

- In cucina, lava le verdure lasciandole a mollo, anziché in acqua corrente: per una famiglia di tre persone, questo piccolo gesto porta a un risparmio di circa 4.500 litri all'anno.

- Utilizza lavatrice e lavastoviglie a pieno carico: per una famiglia "tipo" di tre persone, quest’attenzione consente un risparmio di 8.200 litri all'anno.

- Lava l'automobile usando il secchio e non l'acqua corrente del getto: in questo modo potrai risparmiare circa 130 litri d'acqua potabile per ogni lavaggio.

- Riutilizza l’acqua già impiegata per altro (senza sostanze estranee all’interno) per innaffiare l'orto: un’azione che consente di risparmiare in un anno circa 6.000 litri d'acqua potabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 consigli di Acegas per non sprecare l'acqua

PadovaOggi è in caricamento