Agricoltura, scoperta una falena che infesta i vigneti più prelibati

Il Prof. Mario Baldessari di Trento ha isolato già nel 2007 la nuova specie di insetto che sta mettendo a rischio le vigne di uve pregiate di Padova. Le larve sarebbero state trasportate in Italia dal Nord America

La falena

Sono ghiotte di uve Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Moscato: non stiamo parlando di qualche famosa sommelier bensì della falena che da qualche tempo infesta i vigneti più prelibati di Padova e del Veneto.

SCOPERTA. Questa nuova specie “Antispila oinophylla”, originaria del Nord America, è stata isolata in Italia nel 2007 dal Prof. Mario Baldessari della Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige, con la collaborazione dell'Università di Padova.

COSA MANGIA. La falena si appoggerebbe alle foglie dei vigneti, mangiandone il lembo: è facile scoprirlo guardando i piccoli fori lasciati dopo la scorpacciata.

COM'E' FATTO. L’insetto presenta le ali nere con macchie argentate, ed è molto piccolo: l’apertura alare è di soli 6 mm. Al momento pare che non ci siano particolari danni nei vigneti coinvolti, ad ogni modo si sarebbe già trovato un buon “antidoto”: le vespe parassite.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Sparatoria in stazione, vigile urbano esplode colpi di pistola per bloccare un ladro

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

  • Ciclista di 49 anni padovano viene travolto da un'auto nel veneziano: morto sul colpo

  • Perde il controllo dell'auto e falcia un pedone: ventenne grave, ferito anche il conducente

Torna su
PadovaOggi è in caricamento