Dopo sedici anni è ancora Alajmo: Erminio e la sua squadra restano al timone dell'Appe

Il "parlamentino" dell'Associazione Provinciale Pubblici Esercizi ha riconfermato il vertice per il sesto mandato. Alajmo: «Lotta all'abusivismo di sagre e agriturismi illegali»

Il comitato direttivo e il collegio dei revisori dei conti Appe. Al centro, il presidente Erminio Alajmo

Si sono svolte il 15 novembre le votazioni per eleggere il nuovo presidente di Appe, il cui verdetto è stato tutt'altro che una sorpresa. Per la sesta volta consecutiva, sedici anni dopo la prima nomina e senza altri candidati in gara, alla guida dell'associazione siederà per altri quattro anni Erminio Alajmo.

Il presidente

Capostipite della celeberrima famiglia di chef e ristoratori, padre di Massimiliano e Raffaele, Erminio guida il ristorante stellato “La Montecchia” di Selvazzano mentre con il resto della famiglia ha lanciato “Le Calandre” a Rubano, “Gran Caffè Quadri” e “Amo” a Venezia, “Amor” a Milano, “Caffè Stern” a Parigi e “Sesamo” a Marrakech. Un'esperienza decennale che lo ha portato a rappresentare gli esercenti padovani, una sfida più che mai viva. «Al di là dell’orgoglio personale per la rielezione sono molto contento della “mia” squadra di undici componenti, riconfermata in toto, pronta a affrontare le sfide che il mercato e la crisi ci porranno innanzi nel prossimo mandato, dal 2019 al 2023» ha spiegato.

Gli obiettivi

Nel corso della cerimonia il presidente Alajmo ha annunciato le linee guida per il lavoro dei prossimi anni. Fondamentale sarà un’ulteriore accelerazione sull’attività sindacale, ma grande attenzione sarà riservata al contrasto dell'abusivismo commerciale in ogni sua forma. Esercizi agrituristici fittizi, sagre e feste paesane, circoli privati e home restaurant illegali, tutte attività che se svolte fuori dalle briglie della legalità vanno a ledere l'economia e la leale concorrenza. E poi focus sulla formazione continua, l’innovazione e la promozione della categoria per darne una migliore immagine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La squadra

Alajmo ha voluto al suo fianco, in qualità di vicepresidenti, Giuliano Lionello della trattoria “Al Pirio” di Torreglia e Matteo Toniolo del ristoservice “Le Midì” di Vigonza. Alla guida del collegio dei revisori dei conti è stato riconfermato Cristiano Agostini (trattoria "La Famiglia" di Correzzola) che verrà affiancato, nel segno della continuità, dai sindaci effettivi Ilenia Luca
(ristorante "Luca’s" di Trebaseleghe) e Antonino Ceraolo ("Caffè Cadò" di Padova).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento