menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascom: a dicembre crollo degli occupati nel comparto terziario.

Bertin: «Per risollevare commercio, turismo e servizi al governo Conte avevamo chiesto una moratoria fiscale per tutto il 2021. Lo chiediamo anche a Mario Draghi»

Una preoccupazione fortissima. «Non solo per i dati nazionali sull’aumento della disoccupazione presi nel loro complesso, ma soprattutto, visti dal nostro punto di vista, per le tipologie di disoccupati». Ascom Confcommercio Padova esprime tutte le sue preoccupazioni per la situazione generale: «E’ evidente che le restrizioni allo svolgimento di molte attività e la conseguente caduta produttiva si siano scaricate sul mercato del lavoro in un mese, quello di dicembre, in cui l’avvio della stagione invernale e le festività di fine anno generano, normalmente, occasioni per i lavoratori stagionali».

I report

In effetti il report dell'Istat, seppur provvisorio, non lascia spazio ad interpretazioni: su 444mila occupati in meno a dicembre rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, 312mila sono donne ma ci sono anche 79mila autonomi. Numeri addirittura ancor più negativi se guardiamo all’intero 2020, periodo nel quale, oltre alla contrazione del numero di dipendenti a termine (-365mila unità) e dei lavoratori autonomi (-162mila) va sottolineata la fuga verso l’inattività (+539mila persone tra i 15 ed i 64 anni), determinata per quasi il 76% da persone tra i 15 ed i 49 anni (51% se ci si concentra sul segmento 25-49 anni, il più orientato al lavoro). «E’ la conferma – sottolinea il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Patrizio Bertin – che la pandemia non ha colpito tutti allo stesso modo. Commercio, turismo e servizi, dove la presenza femminile è significativa e dove l’attività imprenditoriale autonoma è sicuramente maggioritaria, le perdite sono maggiori ed è per questo che abbiamo chiesto al governo Conte e lo chiediamo anche al presidente incaricato Draghi, sostegni concreti a partire da una moratoria per tutto il 2021 sulla tassazione al fine di consentire ai nostri settori di riprendersi dopo mesi di quasi totale inattività». «Se si pensa - aggiunge Elena Cristofanon, presidente di Terziario Donna Ascom Confcommercio Padova - che dei 101mila posti di lavoro persi rispetto a quelli creati nel periodo luglio-novembre, ben 99mila, ovvero la quasi totalità, sono donne, significa che senza il terziario l'occupazione femminile rischia di essere minimale, ma rischia di esserlo soprattutto per ciò che attiene alla parte imprenditoriale, privando l'economia e la società dell'indispensabile apporto del genere femminile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento