Aumento dell'Imu, Zilio: "Scelto l’uovo oggi al posto della gallina domani"

Così il presidente di Ascom Confcommercio di Padova sulla decisione del comune di Padova di ritoccare al rialzo le aliquote per gli immobili commerciali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

“Il comune di Padova ha scelto l’uovo oggi e l’ha preferito alla gallina di domani. Solo che l’uovo, una volta mangiato, non offrirà prospettive, mentre la gallina di uova ne avrebbe potuto produrre in quantità”. Sceglie la saggezza popolare di un noto proverbio Fernando Zilio, presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, per commentare il voto del consiglio comunale di Padova che ieri ha approvato l’aliquota IMU maggiorata oltre che per le seconde case anche per negozi, bar, ristoranti e capannoni.

”Avevamo chiesto ai consiglieri comunali – continua Zilio – di farsi carico di una decisione in favore delle imprese visto il momento economico particolarmente difficile. Non siamo stati ascoltati e questo non può che renderci assolutamente insoddisfatti”. “Ancora una volta – ha concluso il presidente dell’Ascom – la politica, anche quella locale, ha creduto più opportuno incamerare denari aumentando le tasse anziché ridurre le spese. Mi chiedo però quali denari spera di trovare nelle proprie casse una volta che le imprese, anche per far fronte all’IMU maggiorata oltre che ai diversi inasprimenti tributari decisi dal governo, saranno costrette a chiudere aumentando il numero di chi, disoccupato, andrà ad ingrossare le fila di quanti chiedono un aiuto ai servizi sociali”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento