Badaplus una nuova startup padovana per sostenere e qualificare il lavoro di cura a domicilio

A Padova è stata realizzata la prima applicazione che ha destato interesse e curiosità nel settore dell'assistenza. Badaplus è l'app che sostiene la famiglia nella pianificazione, monitoraggio e verifica delle attività che l'assistente familiare andrà a svolgere a domicilio, rendendo allo stesso tempo visibile ed efficiente il suo lavoro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Nasce a Padova, una nuova startup che ha realizzato Badaplus la prima applicazione che desidera porsi come valido strumento per favorire efficacia e qualità nel lavoro di assistenza a domicilio. Si rivolge in primis alle famiglie e alle badanti ma una versione ad hoc è stata realizzata per enti pubblici e privati nel settore della cura domiciliare.

Badaplus nasce da un'idea della Dott.ssa Barbara Gamba pedagogista di Padova che ha maturato esperienza nel corso degli anni nei servizi rivolti alla terza età. Assieme ad un gruppo di professionisti ,con la realizzazione di questa app, hanno cercato di creare uno strumento utile e altamente fruibile attraverso un'interfaccia grafica semplice e chiara, a sostenere la famiglia nella pianificazione condivisa e nel monitoraggio delle azioni che l'assistente familiare deve svolgere a domicilio. In tre semplici mosse la famiglia può pianificare, monitorare e ottenere un report circa le attività che la badante svolge per creare un piano di lavoro il più possibile personalizzato ai bisogni della persona a domicilio e congruo alle sue competenze. L'applicazione cerca così di promuovere a comunicazione tra la famiglia e l'assistente familiare per il benessere del familiare.

Le attività che la badante deve svolgere sono suddivise in cinque aree : igiene personale, igiene della casa, alimentazione, socializzazione e terapia farmacologica e vengono visualizzate in un planning quotidiano su cui apporre il ceck di esecuzione ed eventuali note al fine di rendere visibile e qualificare il lavoro dell'assistente familiare.

E' scaricabile gratuitamente dall'apple store e per poter essere a disposizione di un maggior numero di persone già per la fine di settembre è prevista l'uscita della nuova versione aggiornata e ricca di ulteriori servizi per android quali: la gestione in remoto, un sistema multilingua, l'associazione con dispositivi di analisi di parametri (pressione, glicemia, deambulazione, peso), alert in caso di criticità, collegamento con servizi extra presenti in enti pubblici e privati, tutorial in-formativi con spiegazioni pratiche per rispondere ai molteplici bisogni che emergono nel quotidiano. Il tutto mettendo al centro i bisogni della persona, il domicilio come possibilità di luogo di cura privilegiato e il coinvolgimento attivo di famiglia, badante, ente, territorio.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento