menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando di 600mila euro a sostegno delle imprese turistiche colpite dalla crisi: l'iniziativa

La decisione è della Giunta della Camera di Commercio di Padova, che vuole così garantire aiuti economici tempestivi alle imprese turistiche in difficoltà a causa della pandemia

Garantire aiuti economici tempestivi alle imprese turistiche in difficoltà a causa della pandemia: con questo obiettivo la Giunta della Camera di Commercio di Padova lancia un nuovo bando rivolto alle imprese del settore turistico con uno stanziamento di 600mila euro.

Il bando

Si tratta del comparto che ha registrato nei primi sei mesi del 2020, per la provincia di Padova, 284mila arrivi e 890mila presenze turistiche perdendo rispetto ai primi sei mesi dell'anno precedente 625mila arrivi e 1,7 milioni di presenze (dati Unioncamere Veneto). Il bando, che si apre lunedì 9 novembre alle ore 9.30, prevede l’assegnazione di un contributo, fino a 1.500 euro, per l’abbattimento degli interessi e delle spese bancarie sui finanziamenti ottenuti dalle imprese per contrastare le difficoltà legate alla pandemia dal 23 febbraio 2020. Questo bando si affianca alle misure per sostenere la formazione, la sicurezza e la salute di dipendenti e lavoratori, favorire la svolta green e la transizione al digitale nelle micro, medie e piccole imprese, nonché gli interventi di rivitalizzazione del tessuto economico, sociale e culturale padovano deliberate dalla Camera di Commercio di Padova per un valore totale di oltre 3 milioni di euro.

Il commento

Commenta Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio di Padova: «Con l’evoluzione della situazione legata alla pandemia e in base agli ultimi Dpcm, la Giunta ha deciso di sacrificare una serie di progettualità già programmate per riversare risorse immediate sul territorio in favore delle imprese che sono state più duramente colpite dalla crisi da Covid-19. La misura più rilevante riguarda l’erogazione di contributi mirati alle imprese turistiche a cui segue l’investimento in termini di formazione delle imprese artigiane e il rifinanziamento di alcuni bandi strategici attivati durante l’estate scorsa. Si tratta di bandi come quelli per sostenere la digitalizzazione delle imprese, la green economy, o la sicurezza di dipendenti e lavoratori, in collaborazione con Unioncamere del Veneto, supportando l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, che hanno rappresentato una risposta efficace alle contingenti esigenze delle imprese. Rispetto a questi ultimi avevamo registrato una risposta superiore alle attese e abbiamo ritenuto di doverli prorogare proprio in funzione del periodo che le imprese stanno vivendo. Siamo sicuri che questo impegno possa apportare reali benefici al nostro territorio».

Imprese artigiane

Oltre al bando per le imprese del turismo, la giunta camerale padovana ha deliberato un altro nuovo bando, per un valore complessivo di 45mila euro, diretto alle imprese artigiane. Attivo dal 9 novembre sempre alle ore 9.30, il bando prevede l’assegnazione di vouchers per la formazione professionale degli impiantisti. A questi si aggiunge il rifinanziamento di cinque bandi per i quali una parte delle candidature erano rimaste inevase a causa dell’esaurimento dei fondi stanziati. Si tratta del bando in favore della digitalizzazione e della transizione verso impresa 4.0, il bando per promuovere la cosiddetta Green Economy attraverso l’assegnazione dei voucher alle imprese agricole che valorizzino il territorio e il rispetto dell’ambiente, il bando per la rigenerazione urbana, il bando per la concessione di borse di studio ai ragazzi che vogliano iscriversi agli ITS e, infine, il bando per la copertura delle spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di dispostivi di protezione individuale. Le imprese in graduatoria che avevano presentato correttamente domanda ma non erano state ammesse, possono ora vedersi concessi i contributi richiesti.

Modalità e tempi di attivazione

Per quanto riguarda il nuovo bando per l’assegnazione di contributi per l’abbattimento degli interessi sui finanziamenti erogati alle imprese del settore turistico colpite dall’emergenza Covid-19, possono parteciparvi le MPMI del settore turistico iscritte al Registro Imprese a cui siano stati concessi finanziamenti da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari, a partire dal 23 febbraio 2020. Il bando è attivo dalle ore 9.30 del 9 novembre 2020 e scade alle ore 19.00 del 30 novembre 2020. Le domande saranno esaminate ed accolte  secondo il criterio della priorità cronologica di presentazione on line fino ad esaurimento dello stanziamento disponibile. Il contributo massimo, per singola impresa, è di 1.500 euro. Il bando per l’aggiornamento e la formazione degli impiantisti è invece rivolto alle micro, piccole e medie imprese artigiane di installazione, riparazione e manutenzione di impianti elettrici ed elettronici, termoidraulici e di refrigerazione e prevede per quest’ultime agevolazioni accordate sottoforma di vouchers a fondo perduto. I vouchers possono avere un importo unitario massimo di 500 euro e un importo minimo di 100 euro. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili. Le attività formative ammissibili sono elencate nel bando. Il bando si apre alle ore 9.30 del 9 novembre 2020 e scade alle ore 19 del 20 novembre 2020. L’entità delle risorse disponibili è di 45mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento