menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglie svantaggiate: rinnovato l’accordo per i servizi di acqua, energia elettrica e gas

Firmato il 25 maggio il rinnovo del protocollo tra Comune di Padova, AcegasApsAmga ed Estenergy a sostegno delle fasce di popolazione economicamente in difficoltà

È stato firmato ieri, giovedì 25 maggio, il rinnovo del protocollo operativo tra Comune di Padova - settore Servizi Sociali, AcegasApsAmga ed Estenergy a sostegno delle fasce di popolazione economicamente svantaggiate. I destinatari del protocollo operativo sono i cittadini clienti delle due società che si trovino in condizioni di disagio economico temporaneo o continuativo e non siano in grado di pagare regolarmente le bollette per i servizi di primaria necessità quali acqua, energia elettrica e gas, nonostante i bonus ed i contributi statali e regionali destinati alle fasce di popolazione meno abbienti. Il documento, valido fino al 31 dicembre 2019, prevede l'attivazione di specifiche misure di intervento per prevenire e ridurre quelle situazioni gravi e particolari che possono determinare la sospensione delle forniture.

LE MISURE PREVISTE DALL'ACCORDO: 

"Comune di Padova, AcegasApsAmga ed Estenergy, nei rispettivi ambiti di competenza - si legge in un comunicato congiunto - cooperano per prevenire ed evitare il distacco delle utenze in situazioni gravi e particolari che determinano la sospensione delle forniture e per prevedere specifiche modalità di pagamento agevolato delle bollette. Le società, infatti, si impegnano a non procedere al distacco (nei casi in cui sia già stato inviato al cliente l’'avviso di sospensione' di una fornitura) se ricevono dal Servizio sociale comunale un riscontro scritto contenente la disponibilità di sostegno alla persona in carico con un contributo economico finalizzato al saldo totale. Se il contributo salda solo parzialmente l’insoluto, le società valuteranno ogni singolo caso, se, e in quale misura, sia fattibile un piano di rientro direttamente con il cliente per evitare il distacco della fornitura. Il contributo totale o parziale può essere erogato per una morosità di almeno 150 euro per società. Tra i termini dell’accordo, inoltre, è rappresentato l’impegno congiunto a monitorare in maniera costante la situazione debitoria nei confronti delle società dei cittadini in carico al Servizio sociale comunale, per i quali sia stata accertata una situazione di fragilità e di difficoltà economica ed elaborato un 'progetto personalizzato' che includa un 'piano di rientro' dell’esposizione del debito per la fornitura dei suddetti servizi. Il protocollo prevede l’invio al Comune, da parte delle società, dell’estratto conto dei loro clienti, in modo che il Servizio sociale possa effettuare una corretta valutazione della situazione debitoria e concordare direttamente con ciascun cliente un 'piano di rientro' che sarà consentito per un massimo di sei rate (fermo restando che la morosità dovrà essere almeno pari a 150 euro per società). Altre peculiari situazioni che richiedano un 'piano di rientro' più ampio sempre con rateizzazione del debito, saranno segnalate alle società per verificare, se e in che misura, sia possibile concedere una dilazione superiore alle sei rate, per un massimo di nove rate, qualora vi sia un contributo comunale almeno del 30% e il valore unitario delle rate sia uguale o superiore a 50 euro. I clienti con Isee superiore a 7.500 euro e fino a 15mila euro (o fino a 20mila euro per le famiglie con 4 o più figli a carico), potranno richiedere rateizzazioni di pagamento direttamente a ciascuna società (previa segnalazione comunale) per importi superiori a 150, euro. Per il servizio gas, la società Estenergy e il Servizio sociale comunale si impegnano reciprocamente a dare ampia diffusione all’utenza sulle modalità di pagamento in sei rate a 'consumo costante' con successivo conguaglio annuale. Uno sforzo sinergico di azioni, quindi, finalizzato a operare a sostegno dei cittadini più deboli cercando di garantire loro condizioni di vita adeguate e dignitose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento