Buoni Postali Fruttiferi: illegittimo il rifiuto di Poste Italiane

La società non riconosce gli interessi riportati sul titolo e il Movimento Consumatori si schiera dalla parte dei risparmiatori danneggiati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Il Movimento Consumatori ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di risparmiatori che hanno sottoscritto un buono postale fruttifero serie AF: al momento della riscossione, dopo 14 anni, quando la somma investita avrebbe dovuto triplicare, Poste Italiane S.p.A. si rifiuta di corrispondere l’importo riportato sul retro, adducendo errori di stampa o degli impiegati che hanno emesso tali buoni.

Questi buoni postali si caratterizzano per la possibilità di ottenere alla scadenza il doppio (dopo 9 anni e 6 mesi) o il triplo (dopo 14 anni) della somma investita al momento della sottoscrizione. Le segnalazioni pervenute alla nostra sede riferiscono che, nonostante l’evidenza, gli Uffici Postali opporrebbero un netto rifiuto al pagamento dei suddetti titoli qualificandoli come buoni di serie diverse e imponendo così al consumatore una perdita di circa il 20% della somma da incassare.

Si rende opportuno segnalare che su vicende analoghe la Suprema Corte di Cassazione si è espressa (Cass. SS. UU. n. 13979/2007; Cass. n. 27809/2005), precisando che i buoni devono essere liquidati secondo le condizioni riportate sul titolo sottoscritto. In senso analogo si è pronunciato recentemente anche l’Arbitro Bancario Finanziario, disponendo che la liquidazione degli interessi avvenga in base a quanto previsto nel retro del titolo.

"Nel caso in cui Poste Italiane S.p.A. dovesse insistere con tale illegittimo comportamento – dichiara la presidente, Monica Multari – promuoveremo una class action a tutela dei risparmiatori danneggiati".

Per informazioni: chiamare il numero verde 800.178.950 (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 13.30) oppure inviare una mail a verona@movimentoconsumatori.it indicando nell’oggetto: Buoni postali; per fissare subito un appuntamento, chiamare il numero 045.59.52.10 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00).

Torna su
PadovaOggi è in caricamento