rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Economia

La Camera di Commercio approva il bilancio preventivo, stanziati 5,3 milioni per le imprese

Altri 3 milioni per la ristrutturazione dell'immobile in via Masini, futura sede della scuola italiana design. Santocono: «Gli effetti sull’economia innescati da pandemia e crisi energetica non sono ancora completamente misurabili»

Un supporto alla transizione digitale ed ecologica delle pmi, alla formazione e all’orientamento al lavoro, alla internazionalizzazione delle imprese e ai settori strategici per l’economia locale, in particolare il turismo, che vale oltre 5,3milioni di euro e un investimento immobiliare finalizzato all’ulteriore sviluppo del cosiddetto “miglio blu dell’innovazione”, collocato nel quadrante est della città, di oltre 3milioni di euro. È quanto deciso dal Consiglio della Camera di Commercio di Padova che ieri 15 dicembre ha approvato il bilancio preventivo 2023.

I numeri

Nel dettaglio, considerando gli effetti prodotti dalla pandemia sull’economia locale e gli elevati costi per gli approvvigionamenti energetici e di altre materie prime che gravano sulle pmi, il documento prevede, per il 2023, lo stanziamento di risorse pari a 5milioni e 340mila euro (cifra al momento non comprensiva delle risorse derivanti dall’aumento del 20% dell’importo del diritto annuale) in favore delle imprese patavine. In particolare, i contributi verranno riversati sul territorio attraverso progetti e iniziative negli ambiti ritenuti oggi maggiormente strategici quali: innovazione e digitalizzazione finalizzata ad uno sviluppo sostenibile, internazionalizzazione, turismo e cultura, istruzione e formazione professionale, tutela dell’ambiente e della legalità del mercato.

Investimenti

Sul fronte degli investimenti, il documento approvato prevede, tra gli altri, lo stanziamento di 3milioni e 100mila euro per la ristrutturazione di due piani dell’immobile di via Masini, alla Cittadella della Stanga, di proprietà della Camera di Commercio e che già ospita, al piano terra, Le Village Triveneto. I due piani dell’immobile, i cui lavori sono in fase di progettazione esecutiva, sono destinati ad accogliere la sede dell’istituto di alta formazione SID, Scuola Italiana Design, del Galileo Visionary District, nell’ottica dell’ente di continuare a supportare la formazione dei giovani e allo stesso tempo valorizzare il centro direzionale e favorire lo sviluppo di un polo dell’innovazione che vede il suo fulcro nel quartiere fieristico.

Santocono

«Gli effetti sull’economia innescati dalla pandemia e dalla crisi energetica non sono ancora completamente misurabili - commenta Antonio Santocono, Presidente CCIAA di Padova- Per questo, il bilancio di previsione del 2023 dell’Ente tiene conto, in via prudenziale, delle dinamiche fisiologiche che potrebbero interessare le nostre imprese in un contesto economico caratterizzato dall’inflazione ma allo stesso tempo conferma la volontà di supportare le pmi con ingenti risorse da destinare a progetti e iniziative atte a favorire, in primis, la transizione digitale ed ecologica, oggi fondamentali alla sopravvivenza. Per far fronte alle conseguenze della crisi energetica, ad esempio, abbiamo stanziato circa 500mila euro per alimentare, in collaborazione con la Regione del Veneto e Unioncamere del Veneto, il fondo di rotazione a sostegno delle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Infine, proseguiremo nel percorso di valorizzazione degli immobili di proprietà dell’ente e, in collaborazione con enti, istituzioni e associazioni del territorio, continueremo ad investire per alimentare il progetto di sviluppo del polo dell’innovazione sorto intorno al quartiere fieristico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Camera di Commercio approva il bilancio preventivo, stanziati 5,3 milioni per le imprese

PadovaOggi è in caricamento