Economia

Canone Rai, la mappa dei cittadini virtuosi e degli evasori a Padova

La società di comunicazione di dati Twig ha preso in mano il report sull'evasione allegato all'ultimo bilancio della tivù pubblica e ne ha ricavato una mappa interattiva: nel capoluogo non paga il 32,4%

Pagheranno tutti (si spera) per pagare meno. Modalità e costo del canone Rai sono oggetto di dibattito non solo politico ma anche tra le famiglie italiane. Confermati la riduzione a 100 euro (da 113,5) e l'inserimento in bolletta, demandando a un decreto del Mef e dell'Autorità per l'energia i dettagli tecnici su eventuali rate e sanzioni (da pubblicare entro 45 giorni). Qualora si siano date autorizzazioni alle società elettriche per l'addebito diretto delle bollette sul conto corrente bancario o postale, "si intendono in ogni caso estese al pagamento del canone di abbonamento televisivo". L'eventuale recupero dell'evasione (prudenzialmente non quantificato) verrà destinato alla riduzione della pressione fiscale.

LA MAPPA DELL'EVASIONE. La società di comunicazione di dati Twig, nata nel 2014 e specializzata in data mining, cioè reperimento di dati, e data visualization, ha preso in mano il report sull'evasione allegato all'ultimo bilancio della tivù pubblica e ne ha ricavato una mappa interattiva che parla da sola. Uno scenario che secondo Aldo Cristadoro, fondatore di Twig, "è riconducibile alla presenza di seconde case, ma probabilmente anche alle mancanze nella riscossione da parte della Rai". Il ragionamento di Cristadoro è semplice: "Nelle zone difficilmente accessibili, probabilmente i controlli sono meno convenienti per l'azienda".

PADOVA. Buttando l'occhio ai capoluoghi di provincia, si scopre che a Padova l'evasione è del 32,4%, in pratica paga il 67,6%, ovvero 3 utenti su 5.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canone Rai, la mappa dei cittadini virtuosi e degli evasori a Padova

PadovaOggi è in caricamento