rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sindacale

Cantiere Ikea: dopo anni di tensioni, firmato l’accordo tra Af Logistics e Cgil per il ramo logistico

Stop al dumping tra i lavoratori che operano per le varie società in sub-appalto per distribuzione e montaggio dei prodotti. Ad ognuno di loro verrà applicato il Ccnl Logistica Trasporto Merci e Spedizione

«Un passo molto importante. Speriamo in questo modo di aver chiuso un ciclo foriero di tensioni e ingiustizie e di averne aperto un altro in cui finalmente tutti i lavoratori impiegati nella logistica per Ikea, potranno operare alle medesime condizioni, quelle dettate dal Contratto Nazionale che regola chi opera in quel settore». E’ soddisfatto Massimo Cognolatto, Segretario Generale della Filt Cgil dopo che, insieme a Romeo Barutta della Filt Cgil Veneto, ha firmato un verbale di accordo con la Af Logistics, società cui Ikea affida le attività di montaggio e trasporto mobili, che impegna quest'ultima a farsi garante della piena applicazione delle norme previste dal Contratto Nazionale che regola il settore, lungo tutta la filiera dell’appalto.

Cognolatto

«Un accordo – aggiunge Massimo Cognolatto – che giunge dopo il riconoscimento da parte di AF Logistics di quanto sostenuto, per lungo tempo, da noi della Filt Cgil e cioè la presenza di numerose incongruenze contrattuali da parte di alcune Società a cui la AF Logistics subappaltava le attività. Una cosa ingiusta perché di fatto venivano penalizzate quelle società, e i loro lavoratori, che applicavano il CCNL a favore di chi invece non lo faceva, operando spesso con lavoratori non inquadrati e spesso privi di diritti. Una situazione che, non di rado, generava un’umiliante guerra fra poveri cui noi della Filt abbiamo deciso di porre fine. In questo – prosegue il sindacalista della Filt Cgil padovana – abbiamo trovato una buona sponda in Regione, presso l’assessorato al Lavoro, cui lo scorso 11 novembre abbiamo chiesto di promuovere un incontro tra tutte le società interessate agli appalti Ikea. Inizialmente noi avevamo chiesto ad AF Logistics di ridurre la filiera assumendo direttamente tutto il personale impiegato ma ci è stato risposto che era impossibile. Ma accanto a questo, AF Logistics si è però detta disponibile ad impegnarsi a far applicare a tutte le società cui affida gli appalti, il CCNL. Questo significa finalmente la regolamentazione di tanti aspetti del lavoro cui prima non si prestava cura, determinando così disparità tra i lavoratori. Ora, le norme che regolano la parte economica e normativa, la forfetizzazione delle prestazioni, l'indennità di trasferta, il lavoro al sabato e festivi e la malattia sono uguali per tutti. Inoltre, è stato messo nero su bianco, che le norme del CCNL varranno anche per le eventuali società che subentreranno in futuro nella filiera, garantendo in questo modo occupazione e tutti i diritti acquisiti». 

8 società

«In totale – conclude il Segretario Generale della Filt Cgil Padova – stiamo parlando di otto società che impiegano per tutti gli appalti Ikea in Veneto, circa una settantina di lavoratori, molti di loro stranieri. Un settore, quello della logistica, dove è sempre stato storicamente molto alta la presenza di società e cooperative spurie, spesso nate e morte il tempo necessario a vincere un appalto e dove è sempre molto alto il rischio di sfruttamento dei lavoratori. L'auspicio è che tutto ciò, per quel che riguarda un importante soggetto del mercato come Ikea, faccia parte del passato e si sia finalmente voltato pagina. Per parte nostra, come Filt Cgil di Padova, continueremo a vigilare affinché, da qui in avanti, ci sia una corretta osservanza dei termini dell’accordo appena sottoscritto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere Ikea: dopo anni di tensioni, firmato l’accordo tra Af Logistics e Cgil per il ramo logistico

PadovaOggi è in caricamento