menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Case fantasma", a Padova 6.400 immobili sconosciuti al catasto

I controlli dell'Agenzia delle entrate hanno fatto emergere in città migliaia di unità immobiliari mai dichiarate e regolarizzate per una rendita catastale complessiva che ammonta a oltre 5 milioni di euro

Padova si piazza al quinto posto in Veneto per numero accertato di "case fantasma", ovvero le unità immobiliari risultate sconosciute al Catasto a seguito di controlli effettuati dall'Agenzia delle entrate su tutto il territorio nazionale. 6.395 le unità mai dichiarate nel capoluogo euganeo, per una rendita catastale complessiva di oltre 5 milioni di euro.

I CONTROLLI. L’attività di controllo è stata realizzata grazie all’incrocio delle mappe catastali con le immagini aeree rese disponibili dall’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), per "avvistare" così i fabbricati presenti sul territorio ma sfuggite alle banche dati. Il decreto legge 78 del 2010 ha previsto poi, in attesa dell’accatastamento definitivo, l’attribuzione d’ufficio di una rendita presunta agli immobili mai dichiarati e non ancora regolarizzati, associando agli stessi una rendita provvisoria. In regione vale più di 42 milioni di euro la quota di rendite catastali associate agli immobili accertati. Treviso risulta la provincia con il dato più elevato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento