menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cementizillo lascia la Bassa Padovana: Buzzi Unicem acquista il 100% del capitale sociale

L'accordo è stato sottoscritto da Alvise Gino Zillo M.X., amministratore unico del socio di maggioranza Giovanni Zillo M.X. & C. L'acquisto vero e proprio è previsto per luglio

Venerdì l'accordo per l'acquisto del colosso italiano del cemento con sede nella Bassa Padovana. La Cementizillo passa al gruppo Buzzi Unicem. L’accordo è stato sottoscritto da Alvise Gino Zillo M.X., amministratore unico del socio di maggioranza Giovanni Zillo M.X. & C., che detiene il 52,1% del capitale sociale.

LUGLIO. L'acquisto vero e proprio è previsto nei primi giorni di luglio. Il restante 47,9% del capitale sociale è invece già stato acquistato da Buzzi Unicem direttamente dai soci di minoranza. Il corrispettivo convenuto per l’acquisto prevede una parte fissa, pari a 60 milioni di euro oltre a 450.000 azioni ordinarie Buzzi Unicem già in portafoglio, ed una parte variabile che potrà risultare da un minimo di 0 ad un massimo di 21 milioni, in funzione dell’andamento del prezzo medio del cemento realizzato da Buzzi Unicem in Italia negli esercizi dal 2017 al 2020.

FATTURATO. Il gruppo Zillo ha chiuso il 2016 con un fatturato consolidato di 90 milioni di euro, un margine operativo lordo (Ebitda) pari a 10 milioni (dei quali 5 milioni non ricorrenti), un risultato operativo (Ebit) negativo per 4,0 milioni ed una perdita dell’esercizio di 6,0 milioni. Al 31 dicembre 2016 l’indebitamento finanziario netto ammontava a 46 milioni di euro.

VERTENZA. La Cementizillo da tempo era al centro di una vertenza sindacale, a seguito dell'apertura della procedura di mobilità per 66 dipendenti e la dichiarata cessazione dell'attività produttiva dello stabilimento di Este.

IMPATTO POSITIVO. Questa la nota emessa da Buzzi Unicem ad accordo siglato: "Attraverso l'acquisizione del gruppo Zillo, Buzzi Unicem, oltre a rafforzare la propria presenza e quota di mercato nazionale, intende contribuire alla razionalizzazione e al consolidamento del settore cemento in Italia, che oggi soffre di una significativa eccedenza di capacità produttiva a fronte di volumi di vendita stabilmente ridotti. L'operazione avrà un impatto positivo sulla redditività di Buzzi Unicem. Sono previste sinergie derivanti da economie di scala e dall'integrazione delle principali funzioni aziendali, che contribuiranno anch'esse al miglioramento dei risultati operativi riferiti al mercato Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento