menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

110% e cessione del credito: nuovo accordo tra Confartigianato e Banca Patavina

Roberto Boschetto, Presidente di Confartigianato Imprese Padova: «Allarghiamo la gamma della nostra offerta in tema di bonus e superbonus, aiutando le novemila aziende»

Supportare le aziende del territorio nella gestione delle pratiche relative alla detrazione fiscale del Superbonus 110% e dei bonus 50%, 65% e 90%. È questo l’obiettivo dell’accordo firmato da Confartigianato Imprese Padova e Banca Patavina. Le aziende associate a Confartigianato avranno così una corsia preferenziale rivolgendosi a Banca Patavina, che permetterà loro di ottenere un servizio di accompagnamento per districarsi con serenità nell’iter procedurale previsto dalla normativa.

L'intesa

L’azienda esecutrice di lavori di riqualificazione energetica o ristrutturazione, che intenda applicare lo sconto in fattura al committente, potrà rivolgersi alla banca per richiedere la cessione dei futuri crediti. Alla stessa stregua, i committenti dei lavori che intendano usufruire del bonus o del Superbonus 110% potranno valutare l’opportunità di cedere i crediti fiscali alla banca, dove non si applichi lo sconto in fattura. L’intesa nasce dall’intento di creare le giuste sinergie per condurre consumatori e piccole imprese alla fruizione dei benefici fiscali, in un periodo di estrema difficoltà dovuta alla pandemia. Un’alleanza che propone ad imprese e privati un supporto concreto nella ricerca delle migliori soluzioni finanziarie.

Entità del patrimonio

Smartland ha calcolato per Confartigianato l’entità del patrimonio edilizio che potrebbe essere oggetto di bonus, in provincia di Padova: si tratta di 129mila edifici con oltre 40 anni di età. Solo il superbonus 110% mobiliterà a Padova, sino al 2026, risorse per oltre 370 milioni di Euro (sono quasi 2 miliardi di euro a livello regionale e 14 a livello nazionale) con una media annua (2021-2026) di 63 milioni di euro (318 milioni in Veneto, 2,3 miliardi in Italia). Il sistema delle agevolazioni fiscali interessa una vasta platea di imprese artigiane, costituita a Padova da 8.958 imprese artigiane del sistema della casa, di cui 5.140 nelle costruzioni, 2.623 nell’installazione di impianti, 507nella fabbricazione prodotti in legno e 498 elementi di costruzioni in metallo (in particolare gli infissi) con 20.578 addetti.

L'iniziativa

«Banca Patavina con questa iniziativa tiene fede alla sua vocazione - spiega Leonardo Toson, Presidente di Banca Patavina - vale a dire operare sostenendo l’economia reale dei territori di competenza. Nel concreto, quanto raccolto dalla clientela viene impiegato nel territorio generando occupazione e reddito. E’ da sempre il nostro impegno, oggi più che mai fondamentale per sostenere l’economia e il tessuto produttivo locale in uno dei momenti più critici e impegnativi della nostra storia. In questi mesi, fin dall’introduzione delle nuove misure di sostegno, Banca Patavina, in stretta collaborazione con le funzioni dedicate di Capogruppo Iccrea Banca, ha attivato tutti gli strumenti finanziari, sia governativi che di diretta iniziativa Banca, che hanno accompagnato e supportato imprese e famiglie lungo tutto il difficile 2020. Ora ci stiamo impegnando anche nel supportare le imprese ed i committenti nell’affrontare tutti gli aspetti, peraltro assai complessi, relativi all’applicazione del Superbonus ed Ecobonus, ritenendo che questa possa rappresentare una vera opportunità di rilancio per le aziende artigiane del territorio. Rivolgiamo pertanto un sentito ringraziamento a Confartigianato Imprese Padova per la collaborazione e la condivisione dei medesimi obiettivi».

Tema bonus e superbonus

«In tema di bonus e superbonus, la nostra associazione ha già messo in campo un apposito sportello che mira a dare risposte a imprese e cittadini sulle modalità di fruizione di questi strumenti –spiega Roberto Boschetto, Presidente di Confartigianato Imprese Padova-. Con questo accordo stipulato con Banca Patavina arricchiamo la gamma della nostra offerta, consolidando il nostro impegno verso la massima diffusione dell’uso di questi strumenti che riteniamo indispensabili per il rilancio dell’economia, in un momento molto delicato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento