Cittadella, approvate in consiglio le aliquote e detrazioni Imu

3,8 per mille per l’abitazione principale, al di sotto dell’aliquota stabilita dal Governo, nel Comune che non applica alcuna addizionale Irpef

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Il Consiglio comunale di Cittadella ha approvato le aliquote e le detrazioni per l’mu da applicare per l’anno 2012. “Come anticipato nelle scorse settimane – dichiara il sindaco Giuseppe Pan – abbiamo deliberato l’applicazione del 3,8 per mille per l’abitazione principale, al di sotto dell’aliquota stabilita dal Governo, confermando la politica di sostegno alle famiglie cittadellesi, già duramente provate dalla pesante crisi economica in atto. Molte anche le detrazioni previste (200 euro annui da applicare all’abitazione principale, maggiorati di 50 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni coabitante) e tutte le altre indicate nello specchietto sotto riportato. Ricordiamo inoltre come non venga applicata alcuna addizionale Irpef a Cittadella, che rimane uno dei pochi comuni italiani svincolati da questa imposta”.

Per ogni informazione in merito, è possibile contattare l’Ufficio Tributi del comune (tributi@comune.cittadella.pd.it - tel. 049 9413592), aperto dal lunedì al venerdì mattina e nei pomeriggi di lunedì e mercoledì.


1. ALIQUOTA E DETRAZIONI IMU 2012

TIPOLOGIA IMMOBILI

ALIQUOTA

DETRAZIONE

Abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/8 e A/9 e relative pertinenze in ragione di una per ogni tipo (C/2, C/6 e C/7)

 

3,8 per mille

 

€ 200,00(*)

Fabbricati rurali ad uso strumentale

2,0 per mille

 

Unità immobiliari appartenenti a tutte le altre categorie catastali ad esclusione di quelle classificate in cat. C/1 (negozi)

7,6 per mille

------

Negozi (categoria catastale C/1)

8,0 per mille

------

Aree edificabili

7,6 per mille

------

Terreni agricoli

7,6 per mille

-----

2. DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE (PRECISAZIONI)
a) detrazione di € 200,00 annui da applicare sull’abitazione principale e relative pertinenze come indicato nel regolamento. La detrazione viene maggiorata di € 50,00 per ogni figlio di età inferiore a 26 anni, abitualmente dimorante e residente con il soggetto passivo, fino ad un massimo di € 400,00 al netto della detrazione di base;
b) detrazione di € 250,00 annui da applicare sull’abitazione principale nei seguenti casi:           
1. qualora il fabbricato adibito ad abitazione principale sia posseduto a titolo di proprietà, usufrutto o abitazione da contribuenti di età superiore ai 65 anni, con un reddito familiare imponibile derivante da pensione minima fissata per l’anno 2011 in € 6.076,79, oltre al reddito dell’immobile;  
2. qualora il fabbricato adibito ad abitazione principale sia posseduto a titolo di proprietà, usufrutto o abitazione da contribuenti con reddito familiare non superiore a € 25.000,00 e nel cui nucleo familiare sia presente un componente con invalidità riconosciuta superiore all’85%, oppure un cieco (L. 382/70), oppure un sordomuto (L. 381/70).

I soggetti che intendono avvalersi delle detrazione di cui ai punti b)devono presentare, nella forma dell’autocertificazione, apposita comunicazione all’ufficio tributi entro il 30 settembre di ogni anno.

ATTENZIONE: Le detrazioni non sono cumulabili tra loro.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento