Economia Stanga / Via Giovanni Savelli

Cofidi, nuova sede a Padova per l'accesso al credito delle Pmi

In via Savelli il nuovo ufficio. Sono già 500 i soci della provincia euganea. Nel 2014 sono state assunte delibere in zona per 22 milioni e 700mila euro. Per il 2015 il budget fissato è di 33 milioni e 600mila euro

Il direttore generale di Cofidi Mauro Vignandel e il presidente Sandro Ravenna nella nuova sede di Padova

Nell’ottica di ricercare sempre nuovi spazi di mercato, Cofidi allarga i propri orizzonti oltre il territorio del Veneziano, dedicando alle piccole e medie imprese di Padova e provincia le migliori soluzioni sul credito. "La nuova sede in via Savelli a Padova accompagna il nostro istituto verso un territorio fino a questo momento per noi poco esplorato – commenta il presidente Sandro Ravenna – Il Padovano sta reagendo alla crisi con grandi sforzi e per tale motivo riteniamo sia importante supportare la ripresa e gli imprenditori che la incentivano dando il nostro contributo nella consulenza alle aziende e nell’accesso al credito".

NUOVA BASE A PADOVA. "A Padova abbiamo già circa 500 soci – aggiunge il direttore generale di Cofidi Mauro Vignandel – e nel 2014 abbiamo assunto delibere per il territorio del Padovano pari a 22 milioni e 700mila euro. Per il 2015 il budget fissato è di 33 milioni e 600mila euro. Ciò sta a significare che l’intenzione di Cofidi è quella di insistere sul tessuto delle Pmi del Padovano con un approccio di forte impatto". "Attraverso questa apertura a nuovi spazi di mercato – spiega Ravenna – Cofidi vuole allargare anche il proprio bacino di soci, avvicinando dunque tutti quei settori d’impresa che fino a oggi sono stati meno frequentati. Spesso Cofidi viene erroneamente associata unicamente al lavoro artigiano e al supporto creditizio di questo. Ma Cofidi è in grado di offrire un pacchetto ampio di servizi non soltanto alle Pmi artigiane bensì a una platea imprenditoriale ben più estesa ed eterogenea. Qui a Padova cercheremo di entrare in contatto proprio con questa platea ampia, dialogando con tutte quelle aziende che vedono nel loro domani un ritorno alla crescita e agli investimenti dopo anni di crisi e di difficoltà per il tessuto lavorativo in genere".

COFIDI. Con un’esperienza operativa a fianco delle Pmi lunga oltre 50 anni, Cofidi conta più di 9.200 imprese associate alle quali offre l’accesso al credito agevolato e convenzionato. Svolge inoltre servizi di consulenza tecnica in ambito finanziario e creditizio e assistenza nelle richieste di contributi verso enti pubblici stanziati nell’ambito di leggi o bandi regionali, nazionali e comunitari. Dal 2008 al 2014 Cofidi ha deliberato finanziamenti per oltre 1 miliardo di euro a favore dello sviluppo delle Pmi. Un risultato raggiunto grazie a rapporti privilegiati con gli istituti di credito del territorio. Dal 2009 Cofidi è un punto di riferimento e un partner ancora più stabile per le aziende socie grazie allo status di intermediario finanziario vigilato ottenuto da Banca d’Italia. Cofidi è in grado di far valere molto di più la garanzia a favore delle imprese associate, che possono rafforzare il proprio rating grazie al "peso" del partner.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cofidi, nuova sede a Padova per l'accesso al credito delle Pmi

PadovaOggi è in caricamento