Coronavirus: A Pasqua niente agriturismo per migliaia di padovani, perdite milionarie

Coldiretti: per la prima volta salta l’evento primaverile da tutto esaurito. Cuochi contadini ai fornelli per le consegne a domicilio con i menù delle feste

Dal tutto esaurito alle sale vuote, dal pienone di Pasqua e Pasquetta con le gite fuori porta per gustare i piatti della tradizione e concedersi una giornata nella natura al silenzio irreale con le strade deserte. Diverse migliaia di padovani sono costretti quest’anno a rinunciare alla tradizionale gita, soprattutto sui Colli Euganei, per il pranzo nelle strutture agrituristiche che tra Pasqua e Pasquetta sono ormai diventati la meta preferita delle feste. Solo per il prossimo fine settimana si prospettano perdine dell’ordine di alcuni milioni di euro, in totale Coldiretti Veneto stima almeno 30 milioni di mancati incassi in tutta la regione dall’inizio dell’emergenza coronavirus.

Peridite ingenti

«Le vacanze di Pasqua avviano tradizionalmente nelle campagne la stagione turistica che quest’anno è stata purtroppo bloccata dalle misure di restrizione per limitare il contagio. – ricorda Emanuele Calaon, presidente di Terranostra Padova, l’associazione che rappresenta oltre un’ottantina di agriturismi di Coldiretti - L’inizio della primavera è infatti il momento migliore per assistere al risveglio della natura che riguarda piante, fiori e uccelli migratori, ma anche le attività agricole con i lavori di preparazione dei terreni, la semina e la raccolta delle primizie. La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – continua Calaon – la qualità più apprezzata nei nostri agriturismi, ma nel tempo è aumenta anche la domanda di servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti. Con la chiusura forzata è stata completamente azzerata la presenza degli ospiti con grandi difficoltà per gli operatori ma molti agriturismi di Campagna Amica Terranostra si impegnano comunque a consegnare iI pranzo pasquale direttamente nelle case dei padovani con la possibilità anche di offrirlo a parenti ed amici per mantenere un legame durante la festa, anche se costretti a rimane distanti».

Consegna dei menù

Qualche esempio? Da Vo’ ogni giorno Barbara Calaon dell’agriturismo Bacco e Arianna e Monica Toniolo dell’agriturismo Ai Colli girano tutta la zona euganea per consegnare i menù che presentano sui social e aggiornano ogni settimana, Francesca Frison dell’agriturismo Casa in Campagna di Torreglia si prende cura dell’azienda e risponde alle richieste di informazioni dei clienti, Valentina Ongaro, cuoca contadina dell’agriturismo Al Peraretto di Arquà ha messo a punto le proposte per il prossimo fine settimana di festa da portare sulle tavole dei padovani, Marica Zanuso dell’agriturismo San Nazario di Vo’ prepara gustosi dolci con la frutta fresca. «Qui sui Colli Euganei – continua Calaon - molti agriturismi si sono organizzati da ormai più di un mese con la consegna a domicilio, servizio che ha riscosso l’interesse dei clienti con decine di chiamate per le ordinazioni. In questo momento difficile i cuochi contadini continuano a cucinare per i padovani, nel rispetto delle tradizioni e della stagionalità, in questi giorni con menù dedicati in particolare ai pranzi di Pasqua e Pasquetta, ma anche con tante altre proposte . Il nostro obiettivo – conclude Calaon - è garantire a tutti una tavola di Pasqua “apparecchiata” a casa direttamente dai contadini con prodotti freschi e di qualità nell’ambito della campagna #MangiaItaliano a difesa del Made in Italy, del territorio, dell’economia e del lavoro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • «Dov’è la felicità? È molto lontana, è vicino a Padova», il meme diventa virale

  • Tragedia nella Bassa: bimba di un anno e mezzo muore investita dal nonno

  • Frontale tra una Punto e un furgoncino: 17enne padovana perde la vita

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento