Bassel Bakdounes
Economia

CompraGratis, se lo sconto genera un indotto di 10 milioni di euro

Bilancio di un anno di "CompraGratis": 40 edizioni, un milione di persone raggiunte e tre milioni di euro risparmiati. L'ideatore, Bakdounes: "Così rilanciamo l'economia nell'era del coupon". L'App scaricata 25 mila volte

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Dieci milioni di euro "spesi meglio". Tre milioni di euro risparmiati. Un milione di persone raggiunte (ossia oltre trecentomila famiglie) e tre milioni e mezzo di fogliettoni distribuiti nelle cassette delle lettere venete e italiane. È questo il bilancio del 2014 di un progetto di acquisto consapevole con cervello a Galliera Veneta, nel Padovano, e mani in mezza Italia. Il protagonista è "CompraGratis", un marchio registrato dal suo ideatore, Bassel Bakdounes, che inizia il suo terzo anno di vita nel 2015. "Operiamo nel settore della scontistica, dei coupon", spiega. "Ma la nostra rivoluzione è legata al non imporre sconti troppo forti ai negozianti, che grazie a noi possono garantire un servizio inappuntabile ai nuovi clienti. Così rilanciamo l'economia nell'era del coupon".

Nei fatti, la società distribuisce nelle case dei fogliettoni che contengono coupon e sconti. Ma la perfezione del meccanismo - sono ormai 40 le singole edizioni locali, grazie anche a cinque franchising tra Trento, Alessandria, Catania e due a Roma - è tale per cui, effettivamente, si genera un indotto economico reale. "Velvet Media, la società editrice, ha infatti un know how preciso, sa a priori l'indotto economico che ogni offerta potrà generare", spiega ancora Bakdounes. "Abbiamo enormi file excel nei quali abbiamo raccolto le reazioni dei nostri quattromila inserzionisti. Sappiamo quindi se il 20% di sconto su una pizza funziona più o meno di una rosa regalata dal fioraio. E tutti ne guadagnano". Il motivo? Ovvio, come la logica win-win. "Gli sconti che proponiamo non strozzano il commerciante, come fanno altri nostri competitors nazionali", spiega ancora il titolare. "E la spesa che lui deve sostenere per promuoversi viene sempre ripagata dal ritorno dei clienti, che sono lieti di spendere meno. Anzi: di spendere meglio i loro soldi".

Il resto ha la silhouette di una macchina perfetta. Che vive di carta, col foglietto inserito nelle cassette delle lettere, ma soprattutto di web. Sul sito internet www.compragratis.net è infatti possibile trovare e scaricare tutte le offerte geolocalizzate; sullo smartphone la stessa funzione è svolta da una app che è già stata scaricata 25 mila volte in poche settimane. Sommando tutti i coupon utilizzati ne deriva un giro d'affari impressionante. "Abbiamo calcolato circa dieci milioni spesi grazie a noi nel corso del 2014, il nostro secondo anno di attività", chiudono da Velvet Media. "Considerato che lo sconto medio che proponiamo è del 30%, l'indotto in termini di risparmio è di circa tre milioni di euro. E registriamo case history di piccoli negozianti che hanno avuto rientri anche di 3-400 coupon capaci di salvare attività economiche altrimenti in crisi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CompraGratis, se lo sconto genera un indotto di 10 milioni di euro

PadovaOggi è in caricamento