rotate-mobile
Economia Cittadella

Confartigianato, a Cittadella tocca a Vanna Daminato

Prosegue la fase del rinnovo delle cariche sociali di Confartigianato Imprese Padova. E la prima volta che viene nominata una donna

Il 25 gennaio si sono tenute le elezioni di secondo livello della principale associazione di categoria dell’artigianato. Per la prima volta è una donna alla guida del mandamento di Cittadella. Si tratta di Vanna Daminato, che raccoglie il testimone da Flavio Carlana.

Il consiglio

Vanna Daminato, 65 anni, è fondatrice, insieme al marito Livio, di Cerealveneta, azienda di San Martino di Lupari, operante da oltre venticinque anni nel settore agroalimentare, producendo farine e semilavorati ottenuti trasformando cereali, legumi, semi speciali, semi minori, crusche e germi. Il consiglio mandamentale sarà composto dal Vice Presidente Claudio Bisson (Fontaniva) e dai componenti Nicola Boaron (Carmignano di Brenta), Danilo Rizzo (Cittadella), Serafino Daminato (Galliera Veneta), Carlo Donà (Gazzo), Alberto Miazzo (Grantorto) e Roberto Palliotto (Tombolo).

Cittadella

«Ringrazio il Presidente Carlana per il lavoro svolto in questi anni, a tutela degli imprenditori artigiani che operano nel cittadellese – ha spiegato la neo-presidente Daminato dopo l’elezione -. Questo consiglio proseguirà il lavoro svolto, dando ulteriori strumenti ai nostri artigiani, che consentano loro di affrontare al meglio la fase post pandemica. Per noi sarà certamente prioritario lavorare sul miglioramento delle infrastrutture del nostro territorio, e sulla carenza del personale che molto spesso le imprese della zona registrano. Il primo obiettivo sarà quello di farci interpreti dei bisogni dei nostri associati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato, a Cittadella tocca a Vanna Daminato

PadovaOggi è in caricamento