Contraffazione nella provincia: giro d'affari da 80 milioni e rischi per la salute

Due miliardi e 386 milioni di euro se il fatturato del falso del solo comparto moda in Italia con una percentuale del 33,1% sull’intero fatturato del falso

Qualcosa come 80 milioni di euro e centinaia di posti di lavoro: è questo, nella sola provincia di Padova, il risultato della contraffazione. Che poi diventano 2 miliardi e 386 milioni di euro se consideriamo il fatturato del falso del solo comparto moda in Italia con una percentuale del 33,1% sull’intero fatturato del falso.

L'incontro formativo

Sono questi i due dati di spicco emersi nell’incontro informativo svoltosi al mercato di Prato della Valle, a Padova, a cura delle categorie degli ambulanti (Fiva) e dei negozianti dell’abbigliamento (Federmoda) dell’Ascom Confcommercio di Padova. All’incontro, mentre ai frequentatori del mercato veniva consegnato un volantino che richiamava soprattutto i rischi connessi alla salute di un fenomeno purtroppo sottovalutato non solo dai consumatori ma dagli stessi commercianti, erano presenti Ilario Sattin, vicepresidente Ascom e presidente della Fiva Ascom Confcommercio Padova e Riccardo Capitanio, presidente di Federmoda Ascom Confcommercio Padova, accompagnati dal consigliere della Fiva, Franco Fidelfatti e dal segretario della categoria, Davide Gomiero.

Effetti sulla salute

«Il giro d’affari della contraffazione nel mondo – ha esordito Capitanio – si aggira sui 350 miliardi di euro con tutto quello che ci va dietro in termini di sfruttamento, soprattutto minorile. Senza poi contare gli effetti, spesso drammatici, sulla salute: tutti argomenti che, purtroppo, non “passano” in un pubblico troppo spesso attento solo al prezzo. Anche se il fenomeno, nelle aree pubbliche, è in regresso ciononostante è continua la nostra azione di informazione proprio per cercare di evitare che la variante prezzo distolga l’attenzione da ciò che può essere dannoso alla salute prima ancora che all’economia». Qualche anno fa, hanno ricordato gli intervenuti, in occasione della giornata della legalità promossa da Confcommercio davanti al municipio di Padova, l’Ascom aveva affisso le foto di ciò che un capo contraffatto e prodotto con materiale tossico può provocare sulla pelle, soprattutto su quella più delicata dei bambini. Adesso l’Ascom Confcommercio è tornata alla carica per ricordare che acquistare da abusivi o acquistare prodotti contraffatti mette in serio pericolo la salute, toglie risorse per i servizi collettivi, manda in crisi le aziende corrette e fa perdere il lavoro ai loro dipendenti.

foto ascom lotta contraffazione-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camerieri di un ristorante del centro pestati a sangue: mascella distrutta per uno dei due

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

  • Parto di emergenza riuscito alla perfezione: la "nascita-lampo" di Ginevra a Camposampiero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento