menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I prodotti sequestrati vanno dai capi di abbigliamento agli accessori, dagli alimenti agli alcolici

I prodotti sequestrati vanno dai capi di abbigliamento agli accessori, dagli alimenti agli alcolici

Contraffazione, oltre 900 milioni di prodotti sequestrati nel padovano

Il bilancio di 2 anni e mezzo di applicazione del cosiddetto "modello Padova" a tutela del made in Italy, un protocollo di collaborazione siglato nel 2009 tra istituzioni, Finanza, carabinieri, polizia e associazioni di categoria

Il “modello Padovaanti-contraffazione funziona. A parlare sono i dati degli ultimi 2 anni e mezzo dalla firma, nel 2009, del protocollo a tutela del made in Italy siglato da Guardia di Finanza, carabinieri, polizia, un'80ina di Comuni della provincia, la Camera di commercio, Ulss 16, Arpav, Università e associazioni di categoria e dei consumatori. Nel bilancio si contano oltre 900 milioni di prodotti contraffatti o tossici sequestrati dalle forze dell'ordine nel padovano tra borse taroccate, rubinetti cancerogeni, pennarelli tossici, falsi Rolex, luminarie killer, formaggio parmigiano proveniente dal Brasile, Barbera “made in Romania”.

IL CONVEGNO. Una strategia integrata di collaborazione che domani, venerdì 13 aprile, sarà presentata a Padova a palazzo della Ragione in un convegno promosso dal consiglio regionale del Veneto per “rilanciare su scala regionale e nazionale la strategia di tolleranza zero – anticipa il presidente del consiglio regionale Clodovaldo Ruffato - di investigazioni mirate, guidate dalla lettura incrociata delle banche dati di enti locali e associazioni e da operazioni sistematiche di vigilanza e repressione, messa in atto nel Padovano”.


I RELATORI. Saranno illustrati, con dati, filmati ed esposizione di prodotti sequestrati, "il modello padovano e veneto" per il contrasto a contraffazione e pirateria. Sulle strategie per reprimere il fenomeno e promuovere una capillare “cultura della legalità” si confronteranno Sergio Marini, presidente nazionale della Coldiretti, Walter Cretella Lombardo comandante regionale della Guardia di Finanza del Veneto, Luigi Delpino procuratore della Repubblica, Pietro Mercurio comandante del Nas di Padova, Giuseppe Peleggi direttore generale dell'Agenzia delle dogane, l'onorevole Giovanni Sanga della commissione parlamentare d'inchiesta su contraffazione e pirateria, gli assessori regionali al Commercio e all'Agricoltura, Maria Luisa Coppola e Franco Manzato. Le conclusioni sono affidate all'onorevole Giovanni Fava, presidente della commissione parlamentare d'inchiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento