Contributi regionale del Por-Fesr per oltre 3,2 milioni di euro alle agenzie viaggi e turismo

Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese del settore turistico, iscritte nell’apposito elenco regionale, che svolgono attività di agenzie di viaggio e turismo

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore Federico Caner, ha approvato il bando per l’erogazione di contributi alle Pmi del settore turistico che svolgono attività di agenzie di viaggio e turismo colpite dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, a valere sul Por Fesr 2014-2020 e su ulteriori risorse regionali, affidando ad Avepa la gestione tecnica, finanziaria e amministrativa dei procedimenti.

Imprese turistiche

«Vista la necessità di sostenere le imprese turistiche colpite dagli effetti dell’emergenza epidemiologica attraverso strumenti di immediata efficacia – spiega Caner –, con il provvedimento approvato oggi abbiamo destinato all’iniziativa oltre 2 milioni e 215 mila euro, ma prevediamo di integrare la dotazione finanziaria del bando con le risorse che si renderanno a breve disponibili a bilancio, che già possiamo quantificare in un ulteriore milione di euro, al fine di finanziare il maggior numero possibile di domande di sostegno che saranno ritenute ammissibili». Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese del settore turistico, iscritte nell’apposito elenco regionale, che svolgono attività di agenzie di viaggio e turismo, la cui operatività sia stata sospesa per effetto del Dpcm 11 marzo 2020 e che abbiano dovuto o debbano far fronte alla realizzazione di interventi volti alla ripresa dell’attività aziendale in conseguenza della pandemia. Il contributo a fondo perduto sarà da un minimo di 2.500 a un massimo di 4.600 euro, in relazione al numero degli addetti dell’impresa.

Il turismo

«Il blocco prolungato delle attività e le forti limitazioni nella mobilità delle persone in Italia e all’estero – precisa ancora l’assessore – ha colpito pesantemente soprattutto il turismo, privando le aziende del settore delle abituali entrate, costringendole per di più a far fronte alle ulteriori spese legate al rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie previste dalle normative. Tra queste, il danno più rilevante lo stanno subendo le oltre mille imprese venete di intermediazione turistica, a causa del calo, se non addirittura dell’azzeramento dell’attività di incoming e outgoing svolta dalle agenzie di viaggi e turismo. Per aiutarle, quindi, è stata introdotta nel Por-Fesr 2014-2020, nell’ambito dell’Azione Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale’, una nuova tipologia di intervento che prevede l’erogazione di un contributo finalizzato a far fronte alle esigenze di liquidità e non connesso, quindi, alla realizzazione di investimenti produttivi». Il bando, contenente i requisiti da possedere per presentare la domanda, le tempistiche e le modalità di presentazione, i criteri per la valutazione e ogni altro elemento informativo utile e necessario per proporre l’istanza da parte dei soggetti interessati, sarà pubblicato nel BUR del Veneto nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento