Economia

Effetto Covid, a marzo crolla il mercato dell'auto: a Padova e in tutto il Veneto -85%

Nel 2020 rispetto a marzo 2019 sono 451 auto immatricolate a fronte delle 3.070 di un anno fa. Un po' meglio il raffronto del primo trimestre con 5.134 immatricolazioni

«Diciamo che oggi il nostro Paese sembra essersi fermato, ma il nostro impegno è sempre accanto alle comunità locali e a chi opera nell’emergenza. Siamo pronti a mettere nuovamente in movimento il Paese e riprendere il viaggio della storia dell’Italia, scrivendola con la libertà della mobilità di persone e aziende». Fa sue le parole del presidente nazionale di Federauto, Adolfo De Stefani Cosentino, il presidente dei concessionari auto dell'Ascom Confcommercio di Padova, Massimo Ghiraldo. «Di più, di fronte a dati che sono oggettivamente un dramma per centinaia di imprese e migliaia di lavoratori, è difficile dire qualsiasi cosa. L'unica speranza è che si possa ripartire al più presto».

Calo netto e drastico

In effetti i dati delle immatricolazioni di marzo sono la rappresentazione plastica di un comparto "a motori fermi": -85,31% a marzo 2020 rispetto a marzo 2019 in provincia di Padova con un totale di 451 auto immatricolate a fronte delle 3.070 di un anno fa. Un po' meglio il raffronto del primo trimestre con 5.134 immatricolazioni contro le 9.118 del primo trimestre 2019 (-43,69%). Stesso andamento in generale nel Veneto: -85,14% nel mese e -41,16% nel trimestre. Impietoso anche lo "score" dei singoli marchi. Chi ha immatricolato di più a marzo 2020 è stata Fiat con 45 vetture contro le 299 di un anno fa quando la migliore fu Volkswagen con 330 vetture a fronte delle 29 di marzo 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Covid, a marzo crolla il mercato dell'auto: a Padova e in tutto il Veneto -85%

PadovaOggi è in caricamento