«Siamo pronti a rilanciare il commercio in Veneto»: l'annuncio di Roberto Marcato

«Siamo pronti a rivedere il modello dei distretti del commercio e a rendere questo strumento così importante un’occasione di rilancio e sviluppo nel post-emergenza»

Roberto Marcato

«Siamo pronti a rivedere il modello dei distretti del commercio e a rendere questo strumento così importante un’occasione di rilancio e sviluppo nel post-emergenza. A breve convocheremo una videoconferenza con i tutti i manager di distretto e le associazioni di categorie interessate per affrontare il tema e trovare tutti insieme nuove soluzioni»: questo l’annuncio dell’assessore allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato, che nella mattinata di mercoledì 8 arile ha partecipato in videoconferenza all’incontro dedicato alla declinazione dell'accordo di tutela e sicurezza dei lavoratori e delle procedure possibili per la ripartenza con i sindacati e alcune associazioni di categoria del settore commercio.

Roberto Marcato

Spiega l'assessore Marcato: «Nel corso dell’incontro le associazioni hanno evidenziato la necessità di rivedere le modalità e le finalità dei distretti del commercio perché, essendo questi una grande opportunità per il commercio, oggi e soprattutto in fase di uscita dall’emergenza potrebbero diventare ancora di più un volano importante. Ho accolto questa indicazione, visto che era già mia volontà convocare le associazioni di categoria interessate e l'Anci, proprio al fine di un confronto per rivedere, alla luce del coronavirus, anche questi strumenti importantissimi per l'economia del nostro Veneto». Altra importante riflessione emersa è quella della riorganizzazione delle attività commerciali che sta esprimendosi, ad esempio, attraverso un esteso sistema di consegne a domicilio per molte attività che oggi stanno incrementando molto l'offerta di servizio di delivery. Aggiunge Marcato: «Sono profondamente convinto che il Covid-19 stia dimostrando la capacità delle nostre aziende di rispondere in maniera intelligente e organizzata alla crisi, e il delivery ne è un esempio brillante. Questo potrebbe essere la vera risposta muscolare alla concorrenza spietata di tutti quei colossi che offrono servizi online su scala mondiale. Le nostre imprese si stanno riorganizzando e per questo la Regione sta studiando il modo di offrire loro in massimo supporto per garantire tutti questi nuovi sistemi di distribuzione e di vendita che rappresentano il futuro delle nostre attività. Anche su questo stiamo riflettendo e presto, nella massima disponibilità all’ascolto delle esigenze delle imprese, ci confronteremo con i rappresentanti dei vari settori interessati per trovare risposte più efficaci e rapide al nostro sistema economico». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento