rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Economia

«Gioco di squadra per contrastare l'incertezza»: videoconferenza sindaci-Confartigianato

Chiarezza, piani di azione concreti e gioco di squadra: sono queste in sintesi le principali necessità sulle quali si sono confrontati nella mattinata di mercoledì 11 marzo i dirigenti di Confartigianato Imprese Padova e gli amministratori locali del territorio

Chiarezza, piani di azione concreti e gioco di squadra: sono queste in sintesi le principali necessità sulle quali si sono confrontati nella mattinata di mercoledì 11 marzo i dirigenti di Confartigianato Imprese Padova e gli amministratori locali del territorio, invitati dall’associazione ad effettuare un vertice in teleconferenza sulla grave situazione di questi giorni.

L'iniziativa

All’origine dell’iniziativa la necessità di dare informazioni precise ed attendibili a cittadini ed imprese che vivono ormai da giorni nell’incertezza. All’incontro virtuale erano presenti il Presidente della Provincia di Padova Fabio Bui e le amministrazioni di Campodarsego, Cittadella, Montegrotto Terme, Rovolon, San Pietro in Gu, Noventa Padovana e Rubano. Spiegano Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Imprese Padova e Tiziana Pettenuzzo, segretario generale dell’associazione di categoria: «In questa fase di incertezza dobbiamo mettere al primo posto il gioco di squadra. È prioritario condividere le informazioni, per questo i nostri operatori, esperti in credito, fisco e contrattualistica hanno illustrato tutte le soluzioni che al momento sono disponibili per le imprese e quelle che sono attualmente in fase di definizione».

I commenti dei sindaci

Preoccupazione è stata espressa dal sindaco di Cittadella Luca Pierobon: «C’è molta incertezza in questo momento. Non capiamo se parte delle nostre aziende debbano chiudere o no». Ma il vero problema sollevato è quello del "the day after", come afferma Luigi Alessandro Bisato, sindaco di Noventa Padovana: «Subito dopo questa emergenza dovremo trovare strumenti nuovi per affrontare questa situazione». La priorità di Confartigianato Imprese Padova, al momento, è seguire quanto indica il Governo sulla base delle evidenze scientifiche a tutela della salute pubblica, come sottolineano Boschetto e Pettenuzzo: «Dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti che servono a garantire la continuità del sistema produttivo padovano, con sostegni per i dipendenti, i titolari e i lavoratori autonomi. Ora l’obiettivo è mettere in sicurezza salute ed economia, una sfida non facile che siamo convinti di vincere coinvolgendo tutti i soggetti istituzionali che possono dare il loro contributo, sia ora che nel futuro». Una richiesta accolta positivamente da tutti gli interlocutori al tavolo di lavoro. Gli amministratori sono d’accordo: per uscire da questa emergenza bisogna stare uniti, pensando già alla ricostruzione. E a questo proposito Confartigianato ha messo a punto alcune richieste inoltrate all’indirizzo del Governo: l’adozione di strumenti di salvaguardia del merito creditizio, il supporto alle esigenze di cassa a breve delle imprese e la sospensione dei pagamenti con successiva rateizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Gioco di squadra per contrastare l'incertezza»: videoconferenza sindaci-Confartigianato

PadovaOggi è in caricamento