menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cia: cimice asiatica, nuova mobilitazione giovedì a Ferrara in partenza 50 agricoltori padovani

Un pullman partirà dalla sede dell’associazione di categoria, in via della Croce Rossa. Altri imprenditori raggiungeranno la città Estense in maniera autonoma. Al corteo saranno presenti il presidente di Cia Padova, Roberto Betto, e il direttore di Cia Padova, Maurizio Antonini

Più di 50 agricoltori, provenienti da ogni parte della provincia, parteciperanno giovedì 30 gennaio a Ferrara alla mobilitazione del settore agricolo – colpito dal flagello della cimice asiatica e dalla crisi dei prezzi – per chiedere maggiore sostegno al governo centrale, al Parlamento e alla Regione Veneto. Un pullman partirà alle 7.45 dalla sede dell’associazione di categoria, in via della Croce Rossa 112. Altri imprenditori agricoli raggiungeranno la città Estense in maniera autonoma. Al corteo saranno presenti, fra gli altri, il presidente di Cia Padova, Roberto Betto, e il direttore di Cia Padova, Maurizio Antonini.

Danni per 100 milioni

«E’ finito il tempo delle promesse non mantenute e delle risorse bloccate o insufficienti – sottolinea lo stesso presidente – Il comparto ha bisogno di risposte concrete e immediate. La scorsa annata è stata caratterizzata da un importante crollo della produzione che, in alcuni casi, ha significato la totale perdita del raccolto. Questo a causa dei cambiamenti climatici in atto e degli attacchi della cimice asiatica che, nel solo Veneto, ha provocato danni per 100 milioni di euro. Oltre all’emergenza commerciale: coi prezzi di molti prodotti costantemente sotto ai costi di produzione i redditi degli agricoltori si sono azzerati. Stiamo vivendo una crisi senza precedenti. Chiediamo una maggiore dotazione finanziaria, attraverso la legge di stabilità, a beneficio delle aziende colpite dalle calamità; la sospensione dei mutui, dei pagamenti dei contributi previdenziali e sgravi contributivi ad hoc, come promesso dal Ministro all’Agricoltura, Teresa Bellanova». Infine, un incremento degli investimenti a favore della ricerca scientifica, pubblica e super partes, sulla cimice asiatica. «A tutt’oggi – conclude Betto – non esiste alcun tipo di difesa».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento