rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Economia

Credito alle imprese, a Padova si perde un miliardo di euro all'anno

Il totale degli impieghi vivi destinati alle aziende è sceso di 4,472 miliardi dal 2011. Negli ultimi dodici mesi i depositi sono aumentati di 286 milioni rispetto all’anno scorso, ma gli impieghi sono calati di 957

Un miliardo e 243 milioni. A tanto ammonta la differenza tra l’aumento dei depositi negli istituti di credito del territorio padovano e la diminuzione degli impieghi vivi destinati alle imprese, considerando gli ultimi dodici mesi. Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, ha messo a confronto i principali indicatori del credito della provincia, di fonte Banca d’Italia - Camera di Commercio. E il quadro che ne emerge è a dir poco sconfortante.

CREDITO ALLE IMPRESE, PERSO UN MILIARDO ALL'ANNO. Limitandosi all’ultimo anno e prendendo come riferimento il terzo trimestre del 2015, il totale dei depositi è salito a 21,095 miliardi di euro, crescendo dell’1,4% rispetto ai 20,809 del 30 settembre 2014, con un saldo positivo di 286 milioni. A fronte di questo dato, l’insieme degli impieghi vivi destinati alle imprese continua però a scendere drasticamente: al 30 settembre 2015 ammontavano a 14,533 miliardi, pari a 957 milioni in meno rispetto ai 15,490 dei dodici mesi precedenti (-6,2%). Allargando il confronto agli ultimi cinque anni, il bilancio è ancor più avvilente. Nel 2011, infatti, il totale degli impieghi vivi superava i 19 miliardi di euro (19,005 per l’esattezza): 4,472 miliardi più di oggi (-23,5%). È come se fosse stato “perso” più di un miliardo all’anno.

NELLO SPECIFICO. Ampliando l’orizzonte, nel confronto 2014-2015 si può notare come la provincia di Padova sia allineata alla tendenza regionale (-6,3% negli impieghi vivi), e presenti una riduzione più netta rispetto al dato nazionale (-5,1% in Italia). A livello settoriale, con riferimento ai tre principali macro-settori, la riduzione dei finanziamenti continua ad essere più accentuata nelle costruzioni (-18%) rispetto a quanto avviene nei servizi (-4,7%) e nel manifatturiero (-4,2%). Ma sempre di saldo negativo si parla.

PADOVA SOFFRE DI PIÙ. "La tendenza si conferma e a Padova è più accentuata rispetto ad altre aree del Paese perché - commenta Davide D’Onofrio, direttore di Confapi Padova - dove è radicato un sistema più forte di imprese, si sentono di più anche le ferite legate alle contrazioni del credito. Salgono i depositi, mentre per gli impieghi si può parlare di un vero e proprio tracollo, che non accenna a rallentare. Sommando l’aumento dei primi al calo dei secondi - conclude - si arriva, appunto, a un miliardo e 243 milioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credito alle imprese, a Padova si perde un miliardo di euro all'anno

PadovaOggi è in caricamento